Domina un’infinita distesa di ulivi questo incantevole borgo ideale per una fuga di primavera e dove gustare ottimo cibo

Siamo nel pieno della primavera e tra poco più di due settimane sarà Pasqua. L’occasione è dunque perfetta per pensare ad una bella gita da fare in giornata o durante un bel weekend. L’Italia è disseminata di luoghi meravigliosi. Oltre alle grandi città, ultimamente, si è riscoperto il piacere dei borghi. Piccoli paesi che sembrano presepini. Sono dei veri gioiellini e si girano in una manciata di ore. Nei borghi, tra l’altro, si respira anche un’aria autentica e genuina. Spesso, infatti, gli abitanti del luogo ci tengono a mantenere vive le antiche tradizioni locali. Al Nord, ad esempio, questo borgo medievale guarda proprio su uno dei laghi più belli del nostro Paese. In Liguria, invece, troviamo questo gioiellino, incastonato tra mare e montagna.

In questo articolo andremo a scoprire e suggerire un’altra meta. Ci spostiamo però verso Sud. E, più precisamente, ci dirigiamo nel “tacco d’Italia”. Ci rechiamo in Puglia, una Regione che negli ultimi anni sta riscuotendo un grandissimo successo. Con un mare splendido, la Puglia ha però molto da offrire anche durante tutto l’anno, e non solo durante l’estate. Il borgo di cui parleremo si trova nella Valle d’Itria, quella zona della Regione famosa per i trulli e per le coltivazioni d’ulivo.

Domina un’infinita distesa di ulivi questo incantevole borgo ideale per una fuga di primavera e dove gustare ottimo cibo

Eccoci a Ceglie Messapica, una delle località più antiche della Regione. Il borgo si trova in posizione invidiabile. Sorge infatti sulla cima di una collina facente parte dell’altopiano delle Murge. Da qui si gode un panorama splendido, con infiniti uliveti e, qua e là, spuntano anche i caratteristici tetti a cono dei trulli. Oltre al bellissimo panorama, vale sicuramente la pena anche fare un giro nel centro storico di Ceglie Messapica.

Tappe fondamentali durante una visita in questo borgo sono:

  • il Castello Ducale, sviluppato attorno alla Torre Normanna. Accanto alla fortificazione, si trova una torre a base quadrata che è il simbolo del borgo stesso;
  • la Collegiata dedicata a Santa Maria Assunta, le cui fondamenta poggiano sulla vecchia acropoli;
  • la Torre dell’Orologio, che svetta in piazza Plebiscito, il centro del paese.

Oltre a queste attrazioni storico architettoniche, il bello di Ceglie Messapica sta anche nel passeggiare tra i suoi stretti vicoli tortuosi e le scale lastricate. Ovunque, si affacciano le tipiche case intonacate di bianco. Numerosi sono poi gli incantevoli scorci da fotografare.

Le specialità gastronomiche locali

Dopo tanto girovagare, a un certo punto, viene inevitabilmente fame. Ceglie Messapica è il luogo perfetto dove rifocillarsi. Oltre ai tipici piatti locali, come orecchiette e bombette di carne, questo borgo è famoso per il biscotto di Ceglie. A base di pasta di mandorle e farcito con marmellata di uva o ciliegia, il dolcetto viene infine aromatizzato con una leggera fragranza agrumata. Il biscotto cegliese è stato riconosciuto come Presidio Slow Food.

Il borgo che domina un’infinita distesa di ulivi si trova infine in posizione strategica. A pochi chilometri, infatti, si trovano Taranto e Ostuni, località altrettanto belle e interessanti da visitare.

Approfondimento

Per un’indimenticabile vacanza romantica, ecco 3 strutture molto particolari ed esclusive dove soggiornare in una località da sogno

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te