Dolore al petto e cuore impazzito è colpa della peggiore abitudine di tanti inconsapevoli

Durante la bella stagione oltre a rilassarci e a goderci il mare o la montagna, a seconda dei gusti, si modificano tante abitudini. Si è più propensi alle uscite serali, fare più tardi la sera, ma soprattutto spesso accade di cenare più tardi. Chissà infatti quante volte sarà capitato di andare a cena con gli amici e di cenare anche oltre le 22,00. Se poi ci siamo lasciati andare a qualche bicchiere in più o ad una pietanza più ricca, si rischia di trascorrere la notte in bianco.

Infatti, se proprio non si hanno più 20 anni, si potrebbero accusare dei fastidiosi disturbi, che a volte possono indurci nel panico. Ma dolore al petto e cuore impazzito è colpa della peggiore abitudine di tanti inconsapevoli. Quest’oggi i consulenti di ProiezionidiBorsa illustreranno come una cattiva digestione può provocare un bello spavento, inducendoci a pensare che stia arrivando un infarto.  Ecco di seguito illustrato di cosa si tratta e cosa fare per evitarlo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Dolore al petto e cuore impazzito è colpa della peggiore abitudine di tanti inconsapevoli

Se ci siamo lasciati andare mangiando più del solito e avvertiamo palpitazioni, tachicardia o dolore toracico, non spaventarsi è difficile. Ma nella stragrande maggioranza di casi non è un infarto, ma si tratta della sindrome gastro-cardiaca, o sindrome di Roemheld, con nessuna conseguenza per il cuore. Gli scompensi cardiaci che si avvertono infatti non derivano da un infarto o un’angina pectoris (decritta in un precedente articolo), ma da una distensione gastrica. Le cause possono essere di due tipi. Una causata dalle sollecitazioni del nervo vago e dalla conseguente modulazione della frequenza cardiaca e l’altra dall’eccessivo rigonfiamento della parte superiore sinistra dello stomaco.

Ad ogni modo, per tranquillizzarsi è opportuno recarsi dal medico il quale se lo riterrà opportuno prescriverà tutti i controlli necessari. Quindi, cosa fare per evitare che fastidioso disturbo? Innanzitutto, sarebbe opportuno cenare presto e non andare subito a letto, magari fare una passeggiata soprattutto dopo una cena pesante aiuta la digestione. Ridimensionare il proprio regime alimentare, evitando cibi grassi e che producono gas, masticare bene e lentamente e fare una passeggiata dopo i pasti.

Approfondimento

Coronarie ostruite e rischio d’infarto se prima dei 55 anni sono accadute queste cose dimenticate

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te