Diventano indimenticabili e saporitissime le pesche che con gli amaretti creano un dessert facile e veloce

L’estate è un periodo perfetto per perdere peso. Infatti in questa stagione la fame diminuisce e gli ingredienti, in generale, diventano in automatico più ricchi di acqua e meno calorici.
Lo stesso vale anche quando si desidera mangiare i dolci. Per questo oggi ne consigliamo uno a base di frutta, tipico della cucina piemontese. Infatti diventano indimenticabili e saporitissime le pesche quando vengono preparate in questo modo tradizionale.

Scopriamo insieme dunque come portarle in tavola accostate all’amaretto.

Gli ingredienti necessari per questa preparazione

a) 1 cucchiaio di cacao amaro;

b) 1 uovo intero di medie dimensioni;

c) 1/2 bicchiere di vino bianco;

d) 100 g di zucchero, preferibilmente di canna;

e) 2 cucchiai di marsala;

f) 6 pesche a pasta gialla, grosse e mature al punto giusto;

g) 60 g amaretti secchi;

h) burro q.b.

Diventano indimenticabili e saporitissime le pesche che con gli amaretti creano un dessert facile e veloce

Per prima cosa è necessario occuparsi della frutta.
Quindi lavare sotto l’acqua corrente le pesche, tagliarle poi a metà e togliere il nocciolo intero. Poi con un cucchiaio rimuovere una piccola parte di polpa in modo da creare una cavità, da riempire poi con il condimento. Mettete la parte in eccesso in una ciotola per riutilizzarla in un secondo momento. Prendere poi le pesche e disporle sopra ad una teglia. Accendere il forno a 180 gradi e cuocerle per circa una decina minuti. In questo modo le asciugheremo dall’umidità in eccesso.

Nel frattempo prepariamo il ripieno. In una ciotola mettere la polpa delle pesche, aggiungendo anche 1 cucchiaio di cacao amaro e lo zucchero. Amalgamare bene e poi inserire gli amaretti sbriciolati, 1 uovo intero e aggiungere  ancora il marsala. Mescolare ulteriormente il composto.

Ritirare poi le pesche e prendere una terrina. Imburrarla lievemente e riporre poi la frutta al suo interno. Con un cucchiaio inserire il composto negli spazi vuoti.
Sul fondo della terrina versare il vino bianco, nella quantità indicata, e cospargere ancora la superficie con un velo di zucchero di canna. Infornare nuovamente alla stessa temperatura, stavolta però per 40 minuti.
Servire ancora tiepide da sole oppure accompagnate da 1 pallina di gelato.

Se si volesse provare un altro genere di ricetta con questo ingrediente principale suggeriamo di dare una chance al clafoutis, un raffinato dessert che arriva dalla Francia.

Lettura consigliata

In pochissimi conoscono l’incredibile metodo per condire la macedonia di pesche con gusto e raffinatezza senza usare il limone

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te