Diremo addio ai denti ingialliti e spenti grazie a questi rimedi economici e naturali che ci faranno superare questo incredibile disagio!

Una delle situazioni di maggior disagio si crea quando, essendo accaniti fumatori, la nostra dentatura appare davvero orrenda. Infatti, i denti diventano gialli e, nella peggiore delle ipotesi, grigiastri, donandoci un aspetto poco curato e vecchio a prescindere dall’età.

Quindi, diciamo che i consigli dati in quest’ambito sono utilissimi per un largo numero di utenti. Ebbene, gli sbiancanti naturali sono molti, alcuni più delicati, altri più aggressivi. Grazie a essi, potremo risolvere il nostro problema a livello domestico. Senza dover ricorrere al medico. Risparmiando, dunque, tempo e denaro.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Sicché, diremo addio ai denti ingialliti e spenti grazie a questi rimedi economici e naturali che ci faranno superare questo incredibile disagio.

I rimedio più usato

In prima linea si pone il bicarbonato di sodio, che è certamente uno dei rimedi casalinghi e naturali maggiormente conosciuti ed efficaci. Per utilizzarlo dovutamente, occorre aggiungere allo stesso qualche goccia di acqua e qualche goccia di succo di limone.

Creeremo, così una pasta dentifricia che ci consentirà di sbiancare i denti per abrasione. Il vantaggio è che è molto efficace, rimuovendo effettivamente macchie e imperfezioni, rendendo i denti lucidi e sani.

Lo svantaggio potrebbe essere che il suo uso prolungato tende a corrodere lo smalto naturale dei denti. Inoltre, l’aumento del pH del cavo orale provocato dal bicarbonato può alterare la flora batterica. Infine, il suo uso può favorire o aumentare l’ipersensibilità dentale.

Quindi, possiamo reputarlo un rimedio efficace ma aggressivo che, se non sciacquato bene e utilizzato troppo di frequente, può comportare disagi per la salute dentale.

Altri rimedi

Altro rimedio eccellente per sbiancare i denti è la salvia che dona anche un alito particolarmente fresco e piacevole. In tal caso, è consigliabile strofinare una foglia di salvia direttamente sui denti. Oppure la si può utilizzare per la preparazione di dentifrici casalinghi.

Anche qui, ci sono dei vantaggi e degli svantaggi. Essa, oltre a quelli indicati sopra con riferimento al bicarbonato, rappresenta anche un ottimo rimedio per l’alitosi. E svolge un discreto effetto antibatterico. Tuttavia, anche qui se ne sconsiglia l’uso prolungato. E ciò in quanto può aumentare la sensibilità dentinale.

Di simile utilizzo è anche l’acido malico. Ma anch’esso presenta gli stessi svantaggi dei primi due.

All’opposto, l’uva passa, il sedano e le carote sono ugualmente utilizzabili come rimedio naturale per lo sbiancamento dei denti. Essi, inoltre vi aggiungono il vantaggio tipico della salvia che è l’effetto antibatterico e dell’alito fresco. Tuttavia, a differenza della salvia non presentano le  stesse controindicazioni. Infatti, non sono segnalati particolari rischi. O comunque svantaggi legati allo sbiancamento naturale dei denti con questi ingredienti naturali. Sicché, diremo addio ai denti ingialliti e spenti grazie a questi rimedi economici e naturali che ci faranno superare questo incredibile disagio.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te