Dimentichiamo il solito contorno di finocchi gratinati e lessi con quest’insalata light dai sapori esplosivi ricca di vitamina C e omega 3

Un’altra stagione è finalmente iniziata. Freddo e brutto tempo hanno i giorni contati, mentre gli alberi sono già in fiore. Tra i prodotti che la terra ci regala, si possono gustare carciofi, asparagi, cicoria, rape e rapanelli, fagiolini e tanto altro. È la primavera che ci regala un’esplosione di colori e sapori davvero incredibili.

Eppure, tra i banchi del mercato, restano gli ultimi ortaggi marzolini. Ancora in bella mostra, broccoli e cavolfiori, ma soprattutto i finocchi. Se non vogliamo perdere l’occasione per gustarli un’ultima volta, allora è il momento di una ricetta che ne esalti tutte le caratteristiche. Ma dimentichiamo il solito contorno di finocchi gratinati.

Per sorprendere il palato di tutti, oggi proporremo un’insalata che ha origini in una delle isole maggiori dell’Italia. Ancora oggi, in Sicilia la si prepara per le occasioni speciali, accostando gusti sapidi, dolci e agri. Nel frattempo, alcuni chef l’hanno riproposta in chiave moderna arricchendola d’ingredienti.

Anche loro sono rimasti stupiti dalla semplicità di questa preparazione, dai sapori e profumi che la caratterizzano. Perfetta come accompagnamento di carne e pesce, non sfigurerà nemmeno come piatto principale grazie a qualche aggiunta sostanziosa.

Dimentichiamo il solito contorno di finocchi gratinati e lessi con quest’insalata light dai sapori esplosivi ricca di vitamina C e omega 3

Finocchi e arance. Questa è la base per un’insalata che contiene colori e sapori del Mediterraneo. La sua storia inizia all’arrivo di questo agrume dal sud-est asiatico nel XV secolo. Furono gli arabi ad accostare per la prima volta fettine di arancia condite con olio, origano, sale e pepe nero. In seguito nacquero le varianti con cipolle, finocchi, olive nere etc.

In questa versione si aggiungono pochi ingredienti, ma ricchi di nutrimento e soprattutto di omega 3. Infatti, un altro protagonista è il pesce azzurro, che arricchirà di salinità e sostanza la nostra insalata. Ci serviranno:

  • 2 finocchi grandi e teneri;
  • 2 arance;
  • 20 g di mandorle tostate;
  • una manciata di semi di finocchio;
  • una manciata di olive nere al forno;
  • cipolla rossa (opzionale);
  • 4 o 5 acciughe sott’olio o filetti di sgombro.

Preparazione

Come spiegato prima, iniziamo affettando sottilmente finocchi, cipolla e le arance private della buccia e della parte bianca. Non buttiamo i ciuffetti dei finocchi. Ora denoccioliamo le olive nere e uniamo tutto in un piatto da portata alternando prima i finocchi e poi le fette di arancia. A questo punto condiamo il tutto con olio d’oliva, sale, qualche seme di finocchio e le mandorle. Per finire, sgoccioliamo le acciughe o lo sgombro e adagiamone i filetti sull’insalata. Terminiamo con un giro d’olio, del sale e del pepe e guarniamo con dei ciuffetti di finocchio.

Lettura consigliata

La vera parmigiana di melanzane siciliana

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te