Di quale dei 2 bisogna avere più paura del cane che abbaia o di quello che ringhia? 

Se ci trovassimo di fronte a un cane che abbaia o un altro che ringhia di quale avremmo più paura? E di quale dei 2 è meglio non fidarsi? Vediamo allora di quale dei 2 bisogna avere più paura del cane che abbaia o di quello che ringhia?

Il perchè dell’abbaio

Ci siamo mai chiesti perché il cane abbaia invece di ululare, visto che discende dai lupi? Bisogna dire che anche i lupi abbaiano e lo fanno a loro modo, in un modo molto più discreto rispetto a quello del cane. Così come anche ogni tanto anche i cani ululano, ricordando le loro origini.

Allora chi ha insegnato al cane ad abbaiare in modo così forte? Preso per fare da guardia e avvertire l’uomo di possibili pericoli, l’uomo ha accentuato nel cane questo abbaiare sommesso che aveva in origine, rendendolo più forte come un vero e proprio allarme.

Anche se sembra che abbai nella nostra direzione e che l’abbia con noi, in effetti sta comunicando solo a chi lo sente che c’è qualcuno che si avvicina. Lo fa così fragorosamente perché oramai è il suo modo di abbaiare. In questo senso è vero ciò che dice il proverbio: Can che abbaia non morde.

Di quale dei 2 bisogna avere più paura del cane che abbaia o di quello che ringhia?

Se un cane ringhia verso di noi minaccioso sollevando le labbra e mostrando i canini, allora bisogna fare attenzione. Ha paura ma non abbaia per chiamare rinforzi, quindi ha già deciso di risolvere la cosa da solo e ciò potrebbe portarlo ad attaccare.

Da parte nostra è meglio allontanarsi senza guardarlo direttamente negli occhi. Non scappare perché farebbe scatenare il suo istinto di cacciatore e ci rincorrerebbe.

Un comportamento consigliato è di smorzare la paura che ha il cane, abbassando lo sguardo, retrocedendo senza voltare le spalle e soprattutto restando tranquilli.

Interessante un altro motivo per cui il cane potrebbe ringhiare.

Consigliati per te