Di chi si fidano gli italiani? Un’indagine lo rivela

Di chi si fidano gli italiani? Da chi si sentono maggiormente rappresentati e difesi? Lo studio annuale condotto da Edelman Trust Barometer ogni anno intervista migliaia di persone. Ad essere coinvolti non sono solo gli italiani, ma anche altri 27 paesi del mondo. Durante la scorsa settimana a Londra è stata presentata la nuova edizione del Barometro che ha riportato dei dati interessanti sulla fiducia dei nostri connazionali. Di chi si fidano gli italiani? Il barometro della fiducia di Edelman del 2020 si è concentrato su quattro istituzioni sociali fondamentali: il governo, le imprese, le ONG e i media. Il barometro registra le paure per il futuro che la gente nutre e quale potrebbe essere il loro stesso ruolo nel determinare gli eventi. Questi dati sono di fondamentale importanza perché pongono le basi per la costruzione del giusto atteggiamento di fiducia.

Quali sono i fattori che influenzano la fiducia

Edelman ha iniziato a misurare la fiducia ben 20 anni fa. Il fattore fiducia ha influito notevolmente sulla crescita economica di diversi paesi. Dai dati è emerso che nei paesi sviluppati la disparità di reddito è diventata una forte discriminante, a differenza di quanto accade nei paesi in via di sviluppo. Infatti, la maggior parte degli intervistati non crede che nei prossimi cinque anni godrà di condizioni socio-economiche migliori rispetto a quelle odierne. Oltre la metà dei partecipanti ritiene che l’attuale capitalismo stia creando dei forti gap nella società altamente ostacolanti lo sviluppo futuro. In questo modo si viene a creare uno spaccato: da una parte i consumatori più ricchi, informati e istruiti che sono altamente fiduciosi nei riguardi delle istituzioni; dall’altra, la restante parte della popolazione che non esprime pari fiducia. La sfiducia emersa è il frutto di un senso di iniquità e ingiustizia nei riguardi del sistema. La percezione è quella che le istituzioni siano sempre più sfruttate a vantaggio di pochi e questo lo afferma il 57% dell’intero gruppo di intervistati. Giunti a questo punto, vorremmo sapere di chi si fidano gli italiani.

Di chi si fidano gli italiani?

In questo clima di generale cinismo e sfiducia, cerchiamo di capire di chi si fidano gli italiani. Migliaia di persone sono state intervistate circa la fiducia che provano nei quattro attori della società: governi, aziende, media e ONG. Dall’analisi dei dati emerge che gli italiani cominciano a fidarsi nuovamente delle ONG; difatti il dato è in crescita del 5% rispetto allo scorso anno. Cresce anche la fiducia per il media del 4%, così come quelle verso le aziende che registra la medesima percentuale. Il dato in forte discesa riguarda invece il capitalismo. Gli italiani, così come il resto degli intervistati, si mostrano pesantemente sfiduciati nei riguardi del capitalismo. Lo ritengono la causa di molti deficit socio-economici, oltre che ambientali. Insomma, un dato che dovrebbe far riflettere gli organi competenti sulle future scelte da compiere.

Approfondimento

Gli italiani amano le polizze

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.