Denaro sull’oro che torna ad essere comprato. Non è un segnale positivo

Non è stato un lunedì nero per Piazza Affari e per le Borse europee. La chiusura del maggiore indice del listino italiano può avere più di una lettura positiva, anche se il dato è negativo. Vediamo quali fattori hanno giocato a favore di una sostanziale tenuta della Borsa italiana e se si possono cogliere elementi di ottimismo in prospettiva per le prossime sedute.

Piazza affari barcolla ma si tiene a galla

Denaro sull’oro che torna ad essere comprato. Non è un segnale positivo. L’indice Ftse Mib ha chiuso la prima seduta della settimana in ribasso dell’1%. E’ un calo più contenuto rispetto all’indice tedesco, che ha ceduto oltre il 2%. E poteva andare peggio considerando che l’andamento del mattino è stato molto negativo. Piazza Affari ha aperto in pesante calo, per poi recuperare attorno alle 12.00. Da quel momento l’indice ha tirato i remi in barca e si è mosso in laterale attorno ai 15.500 punti fino alla chiusura della seduta.

Ed è questo l’altro aspetto positivo, che l’indice continua a mantenersi sopra la soglia dei 15mila punti. E’ fondamentale che questa ottava, che sarà interlocutoria, si chiuda con l’Indice Ftse Mib sopra i 15mila punti. Premessa fondamentale affinché nelle settimane successive, possa tentare il superamento dei 16mila e il ritorno verso 18mila punti.

Denaro sull’oro che torna ad essere comprato

Se vogliamo trovare un altro spunto positivo, lo possiamo individuare nella scarsa influenza che in questo momento la Borsa americana ha sul nostro listino. Wall Street ha aperto ancora una volta in negativo e quando la Borsa di Milano ha chiuso, i due principali indici Usa, S&P500 & Dow Jones Industrial, segnavano perdite attorno al 3%. Non è un buon segno e probabilmente si sta verificando quello che gli analisti di Goldman Sachs hanno previsto in una analisi, ovvero che Wall Street ha margini di discesa ancora di un 10-15% dai valori di oggi.

Finché non rimbalzerà la Borsa Usa, per i listini europei e per quello di Milano sarà impossibile immaginare un rimbalzo sostanzioso. E per ora il listino americano sembra volere solo scendere. Il ritorno degli acquisti sull’oro in rialzo del 5% e tornato sopra i 1500 dollari, non è un segnale incoraggiante. L’oro è un bene rifugio per eccellenza e se si compra oro, significa che si immagina ulteriore tempesta sui mercati.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.