Della cipolla non si butta niente, ecco come riutilizzare le bucce in cucina

La cipolla è un ingrediente utilizzatissimo sia nella cucina, che come un rimedio naturale. È proprio difficile che manchi nella nostra dispensa. Tutti sanno quanti benefici si nascondono negli strati di questo ortaggio. È benefica per il nostro corpo, perché ha poteri antiossidanti e antinfiammatori ed è un diuretico naturale e fa bene all’apparato digerente.

Normalmente, dopo averla pelata, la stragrande maggioranza delle persone butta le bucce nella pattumiera. Nulla di più sbagliato! Della cipolla non si butta niente, ecco come riutilizzare le bucce in cucina. È davvero un peccato liberarsi di un ingrediente ricchissimo di sostanze nutritive, come potassio, magnesio e non solo.

Ci sono svariati modi per riciclare le bucce di cipolla

Gli amanti del giardinaggio possono usare l’infuso fatto con gli strati esterni per innaffiare le piante ed arricchire in questo modo il terriccio. Le donne le usano per colorare i capelli. Ma nell’articolo di oggi “della cipolla non si butta niente, ecco come riutilizzare le bucce in cucina” vi raccontiamo un modo per impiegarle in una ricetta. È molto semplice ed è utilizzatissima nell’Est Europa soprattutto durante il periodo Pasquale. Nei paesi come l’Ucraina e la Russia si usa colorare le uova in maniera naturale con l’infuso delle bucce di cipolla. Ma questo modo di cuocere le uova è valido tutto l’anno e non solo durante Pasqua, perché oltre al lato estetico, cambia anche il sapore dell’uovo sodo.

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
One Power Zoom: i veri occhiali con lenti autoregolabili - Due al prezzo di uno

CLICCA QUI

Il procedimento è molto semplice, prendiamo le bucce di cipolla (non vanno bene quelle delle cipolle bianche) e le copriamo con dell’acqua. Le facciamo bollire per circa 20-30 minuti, quindi immergiamo le uova e le lasciamo cuocere per 9-10 minuti, come le normalissime uova sode.  Dopodiché, le estraiamo e facciamo leggermente rompere il guscio, ma senza prelevarlo dall’uovo. Rimettiamo le uova con i gusci nell’infuso di cipolle e le lasciamo riposare per minimo 30 minuti, in questo modo il sapore delle bucce di cipolle penetra nell’uovo. Tutto qui, ora non rimane altro che gustare l’uovo sodo con un po’ di sale o aggiungerlo all’insalata.

Consigliati per te