Deliziosa vellutata scaldacuore di cavolfiore per rifocillarsi dopo una lunga mattinata piovosa

Le vellutate sono pietanze che hanno come base una miscela (roux) di burro e farina. Sono un perfetto primo piatto per l’autunno e l’inverno: calde e buone, uno dei comfort food per eccellenza. Stavolta ne vedremo una a base di cavolfiore, un ortaggio appartenente alla grande famiglia delle crucifere e che è possibile preparare in diversi modi.

Ecco la ricetta della deliziosa vellutata scaldacuore di cavolfiore per rifocillarsi dopo una lunga mattinata piovosa. Per prepararla si può usare anche il cavolfiore lessato avanzato dal giorno precedente.

Deliziosa vellutata scaldacuore di cavolfiore per rifocillarsi dopo una lunga mattinata piovosa

Ingredienti per 4 persone

  • 600 g di cavolfiore lessato,
  • 300 ml di panna fresca;
  • 40 g di burro;
  • 10 g di farina;
  • 1 cipolla di Tropea;
  • 2 carote;
  • q.b. olio extravergine di oliva, sale, timo e guanciale o pancetta.

Preparazione

Se non si sta utilizzando del cavolfiore lessato nei giorni precedenti, la prima parte del procedimento consiste proprio nel lessare il cavolfiore. Bisogna mondarlo e tagliarlo in cimette, per poi immergerle in acqua salata e portata a bollore per all’incirca 15 minuti di tempo.

Il cavolfiore lessato, infine, va rimosso dalla pentola con l’aiuto di un mestolo. Tenere la parte l’acqua di cottura, che torna immediatamente utile. Bisogna infatti aggiungervi mezza cipolla e due carote e farla cuocere ancora un po’, in modo tale da ottenere del brodo vegetale. Spegnere il fuoco e conservare il brodo.

Fatto ciò, passare le cimette di cavolfiore nel mixer assieme ad un po’ di acqua di cottura, fino ad ottenere una crema omogenea. Prendere una casseruola e sciogliere al suo interno il burro a fuoco basso. Aggiungere a filo la farina e mescolare con l’aiuto di una frusta. È importante evitare la formazione di grumi. Versare 300 ml di brodo al roux, far restringere il tutto e dunque aggiungere panna e purea di cavolfiore. Infine, aggiustare di sale.

Tagliare l’altra metà della cipolla a fette non troppo piccole. Prendere una padella e versare al suo interno mezzo cucchiaio di olio e mezzo bicchiere d’acqua, per poi far stufare la cipolla al suo interno. Insaporire con il timo e spegnere il fuoco. Resta solo da far rosolare il guanciale o la pancetta. Infine, impiattare la vellutata, guarnendola con la pancetta croccante e la cipolla.

Approfondimento

Chi ama mangiare il cavolfiore deve assolutamente provare questa sfiziosa ricetta

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te