Decreto Covid -19: nuove libertà in arrivo?

In questo articolo approfondiremo le decisioni della Conferenza delle Regioni sulle disposizioni restrittive alle attività di bar e ristoranti. Quello che molti definiscono Decreto Covid-19 è un aggiornamento sulle ”Linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative”. A questo seguiranno le singole Ordinanze Regionali. La Redazione di Proiezionidiborsa aggiornerà costantemente i lettori per dare chiarezza su cosa è consentito fare durante l’estate 2020. Insomma, Decreto Covid-19: nuove libertà in arrivo?

Il Decreto e le iniziative locali

Il 17 Maggio la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il DPCM consentendo la riapertura delle attività di ristorazione dopo il lockdown. Il fine era quello di contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid- 19 che aveva imposto limitazioni all’attività di bar e ristoranti. Da allora, le attività di ristorazione hanno dovuto osservare scrupolose norme igieniche. E’ stato necessario distanziare i tavoli, limitare i coperti disponibili e tracciare i nominativi dei clienti.

Questi limiti hanno fortemente influenzato l’attività degli esercizi commerciali, tanto che molti hanno deciso di non riaprire in attesa di diverse disposizioni.
Durante la Conferenza delle Regioni, i Governatori hanno deciso di allentare le disposizioni ministeriali. Cosa potremo fare quindi, nell’estate 2020? Le norme da seguire potranno variare da Regione a Regione perché saranno le singole delibere locali a definire i dettagli.

L’assemblea presieduta da Stefano Bonaccini ha dato un’importante indicazione sulle intenzioni dei Presidenti dei Consigli Regionali. La Conferenza ha preso atto delle gravi conseguenze economiche che dette limitazioni hanno comportato per molte attività. L’intento quindi è quello di consentire un graduale ritorno alla normalità per i cittadini e per gli esercenti.

Decreto Covid-19: nuove libertà in arrivo?

Vediamo quindi cosa sarà possibile fare dai prossimi giorni. La Conferenza delle Regioni ha sancito la possibilità di sfogliare giornali e riviste in bar, ristoranti, strutture ricettive, barbieri e parrucchieri. I clienti dei bar potranno riprendere a giocare a carte e i ristoratori potranno rimettere ai tavoli i menù cartacei. Le Regioni consentiranno questo a patto che i clienti igienizzino le mani e, nel caso di distanza ravvicinata, usino le mascherine. Le Regioni potranno anche autorizzare nuovamente lo svolgimento di sagre e feste di paese. Ovviamente a patto che gli organizzatori rispettino le norme di igiene pubblica ed uso delle mascherine. Attendiamo per i prossimi giorni le delibere delle Regioni che dovranno pronunciarsi previo parere di un comitato tecnico scientifico.

Consigliati per te