Dazi: hanno portato l’Europa in recessione?

Potrebbe essere che la guerra dei dazi ha portato l’Europa in recessione?

Nella ricerca spasmodica delle motivazioni del perché l’economia europea traballa così tanto mentre l’economia USA viaggia ancora spedita, si pensa a tutto.

Qualcuno teme che una delle cause principali sia stata la cosiddetta guerra dei dazi.

In realtà semmai i dazi potranno ulteriormente peggiorare la situazione al momento di concreto c’è poco.

La tutela delle olive spagnole

Sui dazi tra USA e Unione Europea siamo ancora a morbide schermaglie.

E’ di pochi giorni fa la notizia che la Commissione UE si è mossa ufficialmente conto gli Stati Uniti presso la World Trading Organization (WTO) a tutela delle olive spagnole per i nuovi dazi sul prodotto introdotti dagli USA.

Dazi che l’Europa ritiene ingiustificati. Viceversa gli americano sostengono che i fondi cosiddetti pac di cui usufruiscono le olive spagnole sono dei sussidi ben coperti e pertanto illegali.

L’Europa ribatte che la competitività del prodotto deriva da una valida politica di contenimento dei prezzi e non grazie agli aiuti UE.

Sia come sia non si vede come un singolo prodotto agricolo a tiratura anche discretamente limitata possa avere inciso sull’economia europea e la sua incipiente recessione.

Piuttosto, il vero rischio è che se il WTO accetterà questa impostazione americana potrebbe poi colpire anche molti altri prodotti agricoli europei tra cui anche quelli italiani che godono dello stesso supporto UE.

Dazi: il pericolo viene dal comparto auto

Se consideriamo che i reciproci dazi tra auto americane ed europee incrociate nelle esportazioni è nell’ordine del 2,5% capiamo come al momento stiamo parlando di qualcosa di insignificante

Oltretutto ormai accettato e compreso dalle rispettive politiche dei prezzi.

Per il prossimo futuro si parla invece di un vero e proprio muro doganale che alzerebbe i dazi per le auto al 25%.

Inizierebbe l’America con successiva ritorsione a pareggio dell’Europa.

Unico risultato una spirale di tagli del personale con conseguente disoccupazione in tutto il comparto industriale auto.

Uguale=recessione dura!

Una vera catastrofe per la Germania ma anche per tutti gli altri paesi  che ospitano comparti produttivi auto compresa l’Italia.

Oltre al danno per le industrie anche i consumatori finirebbero per essere beffati.

Insomma una specie di vicolo cieco nel quale nessuno avrebbe nulla da festeggiare.

Trump disse tempo fa sostanzialmente che la pressione sui dazi era una manovra per stemperare certi eccessi di sbilancio commerciale specie con la Cina.

Confidiamo che quello sulle olive spagnole non sia solo una anticipazione di un divenire di protezionismo che avrebbe effetti nefasti un po’ ovunque.

Ma ribadiamo in conclusione tuttora assente nelle problematiche che attanagliano il ciclo economico europeo.

Approfondimento 

Chiusure settimanali dei mercati azionari europei

 

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.