Davvero pochissimi conoscono questo modo di cuocere la carne ma farà impazzire i nostri palati

Negli ultimi anni abbiamo imparato a conoscere e apprezzare i piatti tipici di tradizioni culinarie diverse dalla nostra. I ristoranti giapponesi e cinesi sono tra i più frequentati, e molti hanno imparato a cucinare anche a casa le loro deliziose ricette. Ma la cucina giapponese non è soltanto pesce o sushi. Ci sono tantissimi altri piatti tutti da scoprire. Ad esempio davvero pochissimi conoscono questo modo di cuocere la carne ma farà impazzire i nostri palati. Il metodo arriva dall’Estremo Oriente ma possiamo tranquillamente replicarlo con pochi oggetti e ingredienti anche noi. E ci regalerà un gusto straordinario e serate indimenticabili.

Davvero pochissimi conoscono questo modo di cuocere la carne ma farà impazzire i nostri palati

Il metodo per cuocere la carne di cui parleremo è lo Yakiniku. Il termine può essere tradotto con “carne alla griglia” ma rispetto alla nostra tradizionale brace ha due differenze sostanziali. Lo Yakiniku non si prepara su enormi barbecue all’aperto. La carne viene invece servita cruda e poi cotta sulle tipiche griglie in ghisa portatili da piazzare a centro tavolo. La seconda differenza è che raramente si vedono costolette, bistecche o salsicce cotte con questa tecnica. I prodotti tipici sono i tagli più magri di alta qualità come le fettine e il filetto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Praticamente una versione a base di carne della fonduta. Se vogliamo provarlo a casa non ci resta che acquistare online o nei negozi specializzati una di queste griglie e invitare gli amici. Probabilmente regaleremo loro una serata all’insegna della convivialità e del buon cibo.

La carne per lo Yakiniku

Per ottenere uno Yakiniku perfetto dovremo scegliere il taglio di carne giusto. La carne andrà, infatti, cotta sulla griglia e poi passata nelle tipiche salse giapponesi di cui parleremo a breve. Meglio optare quindi per parti magre e tagliate a fette molto sottili. Se amiamo il maiale possiamo scegliere il lombo o la pancetta. Se invece preferiamo il manzo due buone opzioni sono la lombata e la lingua.

Ma non ci limitiamo. Sulla griglia possiamo cuocere anche verdure e condimenti per accompagnare la carne. Peperoni, cipolle e melanzane sono particolarmente gustose cotte così.

Come preparare il condimento perfetto

Ciò che rende davvero unico lo Yakiniku è la speciale salsa con cui condire la carne. La più famosa è la salsa tare. Per prepararla ci serviranno:

  • salsa di soia;
  • zucchero;
  • olio di sesamo;
  • aglio grattugiato;
  • zenzero grattugiato;
  • semi di sesamo tostati;
  • peperoncino tritato;
  • miso.

Se non abbiamo gli ingredienti in casa niente paura. Possiamo trovarli tranquillamente in ogni buon supermercato. Prendiamo mezzo cucchiaino di miso, mezzo di salsa di soia e mezzo di peperoncino. Mischiamo i 3 ingredienti in una ciotola e allunghiamo piano piano con la salsa di soia. Quando il composto diventa omogeneo aggiungiamo gli altri ingredienti. Non abbiamo specificato le quantità perché molto dipenderà dal gusto di ognuno di noi.

Non ci resta che condire la carne appena cotta con la salsa tare e regalare al palato emozioni indimenticabili.

Approfondimento

Facciamo il pieno di benessere e antiossidanti con questo gustoso e particolarissimo cous cous

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te