Davvero incredibile questo piatto che permette di recuperare gli avanzi della carne in una portata unica

Gli avanzi sulla nostra tavola mancano raramente ed è davvero un peccato buttarli via. A volte prepariamo pranzi e cene per la famiglia e per gli ospiti esagerando con gli ingredienti. Per la paura di sfigurare cuciniamo più del dovuto e il risultato sono le pietanze avanzate. Quando si tratta poi di cibi particolarmente deperibili come la carne, non possiamo conservarli a lungo, neanche in frigorifero. In questo caso può venire in nostro aiuto l’arte della cucina tradizionale regionale e, proprio in tema di carne, quella piemontese.

Esiste infatti un piatto tipico del Piemonte chiamato la finanziera, la cui ricetta originale, derivata dalle abitudini del popolo, si basava sul recupero degli scarti delle carni bovine e del pollame. Il curioso nome fu dato al piatto in tempi più recenti, quando la finanziera passò dalla tavola dei poveri a quella dei ricchi. La portata infatti arrivò nella cucina della classe abbiente piemontese ovvero quella dei banchieri.

Davvero incredibile questo piatto che permette di recuperare gli scarti della macellazione delle carni, ne sveleremo i passaggi in questo articolo.

Per realizzare la finanziera di carne piemontese possiamo seguire questa lista di ingredienti:

  • 80 gr di animelle;
  • 80 gr di fegatini di pollo;
  • 120 gr di creste di gallo;
  • 80 gr di filetto di manzo;
  • 80 gr di filoni di vitello;
  • 40 gr di funghetti sottolio;
  • 40 gr di burro;
  • ½  bicchiere di Marsala;
  • prezzemolo q.b.
  • sale fine q.b.

Davvero incredibile questo piatto che permette di recuperare gli avanzi della carne in una portata unica

Iniziamo a prendere le animelle, i filoni di vitello e il filetto di manzo e a pulirli con cura. Facciamo quindi bollire tutti i pezzi di carne all’interno di una casseruola piena di acqua salata per 10 minuti. Prendiamo i fegatini, puliamoli, mettiamoli dentro un’altra pentola piena di acqua salata e lasciamoli bollire a parte. Scoliamo le carni, lasciamo raffreddare e affettiamo i pezzi in piccoli tocchi. Sminuzziamo i funghetti e prepariamo una pentola da mettere sul fuoco.

Qui sciogliamo il burro, aggiungiamo le carni, i funghi e il mezzo bicchiere di Marsala. Cuociamo, aggiustiamo di sale, aggiungiamo il prezzemolo.  Prolunghiamo la cottura di ulteriori 5 minuti quindi spegniamo il fornello. Possiamo servire la finanziera calda come secondo o come piatto unico, accompagnata da un vino rosso come il Barbera o la Freisa.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te