Dalla pipì capiamo se abbiamo questo silenzioso tumore che colpisce più gli uomini

L’emergenza sanitaria che ha paralizzato il nostro paese ha causato una pericolosa diminuzione degli esami di controllo. Gli ospedali pieni e la mancanza di personale medico hanno fatto rinviare inevitabilmente moltissime diagnosi.

Però, quando si parla di tumori la tempestività della diagnosi è fondamentale. Soprattutto quando questi sono silenziosi e quasi totalmente asintomatici all’inizio.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

I dati pre pandemia sono allarmanti: oltre 27 mila casi in Italia. Oltre 21 mila sono diagnosticati sull’uomo e poco più di 5 mila a donne. Non ci sono dubbi. Il tumore alla vescica colpisce prevalentemente l’uomo.

Se ne parla pochissimo ed è fra le patologie più silenziose ma ugualmente insidiose. Si pensi che è il 4° per frequenza negli uomini.

Fortunatamente il 70% dei tumori in vescica diagnosticati sono di tipo superficiale quindi non si sono infiltrati nel tessuto muscolare ed è perciò sufficiente rimuoverli chirurgicamente dalle pareti.

I principali fattori di rischio

Sono diversi i fattori di rischio che favoriscono l’insorgere di questo tipo di tumore. I principali sono:

  1. il fumo di sigaretta. Addirittura il rischio aumenta il rischio di 4 o 5 volte per i fumatori;
  2. l’esposizione ad agenti inquinanti come il benzene e le aniline;
  3. l’esposizione a coloranti chimici delle industrie tessili, di vernici o prodotti chimici;
  4. frequenti cistiti e infiammazioni del tratto urinario;
  5. l’ereditarietà.

Nonostante i fattori di rischio evidenti, i programmi di screening non hanno purtroppo prodotto risultati soddisfacenti. Ecco allora a cosa prestare la massima attenzione.

Dalla pipì capiamo se abbiamo questo silenzioso tumore che colpisce più gli uomini

Se osservando l’urina ci accorgiamo di tracce evidenti di sangue allora sicuramente dobbiamo avvertire il medico curante. Basterà un esame del sangue e delle urine per rintracciare i marker tumorali. Infatti in particolar modo dalla pipì si evidenziano le tracce di cellule cancerogene. Ecco il segnale che ci dice che dobbiamo pianificare ulteriori controlli e cistoscopie per eliminare subito il tumore. Per questo motivo dalla pipì capiamo se abbiamo questo silenzioso tumore che colpisce più gli uomini e ci permette di toglierlo in tempo prima che danneggi seriamente la nostra salute.

Approfondimento

I maledetti sintomi che nessuno vorrebbe avere segni probabili del cancro al pancreas

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te