Da visitare assolutamente la certosa più grande d’Italia, maestosa ambientazione di una fiaba portata al cinema da Sophia Loren

La nostra bellissima Penisola offre meraviglie in lungo e in largo, in ogni angolo dello Stivale si trovano splendidi posti da scoprire. Possiamo infatti trovare bellezze tanto naturali quanto culturali. Ve n’è davvero per tutti i gusti. Diventa facile dunque concedersi weekend o gite senza oltrepassare i confini nazionali e senza spendere eccessivamente.

Tra i tanti gioielli architettonici del nostro Paese, degne di menzione sono sicuramente le diverse certose stanziate sul territorio da Nord a Sud. Tra queste è da visitare assolutamente la certosa più grande d’Italia, un vero gioiellino da non perdere.

Patrimonio dell’umanità

La certosa più grande d’Italia si estende su una superficie di 51.500 m² ed è tra le più grandi anche a livello europeo. Il suo grande chiostro, con ben 84 archi, si considera tra i maggiori al Mondo. Stiamo parlando della Certosa di San Lorenzo, situata a Padula, piccolo paese del Vallo di Diano in provincia di Salerno. Poco distante sarà possibile visitare anche particolari e profonde grotte.

La sua costruzione ebbe inizio nel 1306 per opera del signore del Vallo di Diano, Tommaso Sanseverino. Porta su di sé diversi interventi che risalgono al ‘500, ‘600 e ‘700. La Certosa di San Lorenzo, oltre a essere un importante complesso monastico, è anche un vivido esempio di arte barocca. Inoltre, rientra tra i siti UNESCO dichiarati patrimonio dell’umanità.

Fu abitata ovviamente dai monaci appartenenti all’ordine certosino, le cui celle si stanziano attorno al chiostro grande. Vi rimasero fino a inizi ‘800 quando furono privati dei propri possedimenti dal dominio francese. In quello stesso periodo la certosa subì anche la depredazione di ricche e preziose suppellettili.

Da visitare assolutamente la certosa più grande d’Italia, maestosa ambientazione di una fiaba portata al cinema da Sophia Loren

Nonostante la razzia, la Certosa di San Lorenzo rimane una struttura affascinante e magnifica, soprattutto non priva di reperti. In fondo al chiostro grande possiamo ammirare un imponente scalone ellittico che davvero lascia senza fiato. Non è da meno poi la scala elicoidale, che sembra sollevata da terra e che conduce alla biblioteca. Quest’ultima è un vero incanto, date le ricche decorazioni del soffitto e il pavimento maiolicato. Per visitare la certosa sarà necessario informarsi e prenotare.

Un vero gioiellino di sfarzo è la chiesa monastica, dove oltre ai meravigliosi affreschi si rimarrà estasiati dai cori lignei finemente intagliati. Da ammirare anche la cucina, dotata di una grande cappa centrale e interamente decorata da pregiate maioliche, un vero spettacolo. Questi sono alcuni dei suoi luoghi da visitare. Ovviamente varrà la pena visitarla interamente, anche perché ogni angolo cela preziosi dettagli.

Da ricordare che in questa scenografia suggestiva fu girato nel 1967 il film C’era una volta. Un film che porta in scena le novelle del Pentamerone di Giovan Battista Basile. Protagonista femminile di questo film fantastico e fiabesco fu la divina Sophia Loren. Passeggiare dentro la maestosa scenografia della Certosa di San Lorenzo sarà un’esperienza indimenticabile che ci trasporterà indietro nel tempo.

Lettura consigliata

È un luogo incantato questo piccolo borgo di casette colorate da cui svettano un castello e una torre che si specchiano nel mare

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te