Da provare subito 3 modi semplici e veloci su come mangiare e gustare il lardo con l’esplosione di gusto per il palato

Il lardo spicca tra i cibi che sono ad alto contenuto calorico, ma il suo consumo senza abusi può dare davvero molte soddisfazioni a tavola senza il rischio di ingrassare. In particolare, c’è chi vede il lardo, in tutto e per tutto, come un cibo d’altri tempi. E ciò perché in passato si mangiava spesso, anche come spuntino, quando ci si doveva preparare a lavori molto faticosi specie nel periodo invernale.

A livello alimentare, il lardo spicca per essere in tutto e per tutto una riserva di energia. Ma nello stesso tempo, sapendolo preparare ed eventualmente cucinare a dovere, il lardo può diventare la materia prima alimentare di base per piatti e per ricette gourmet.

Da provare subito 3 modi semplici e veloci su come mangiare e gustare il lardo con l’esplosione di gusto per il palato

Per esempio, c’è chi ama il lardo mangiato al naturale. È quello senza alcun tipo di cottura ed eventualmente associato sul tagliere ad un mix di salumi e di formaggi locali. In questo caso il lardo deve essere tagliato a fettine molto sottili e deve essere mangiato rigorosamente a temperatura ambiente. In modo tale che, assaporandolo, questo poi si sciolga in bocca.

Per il lardo, da provare subito 3 modi semplici e veloci, questo non è in realtà l’unico modo per mangiarlo a crudo. Assolutamente da provare, infatti, è anche il lardo che, sempre tagliato a fettine molto sottili, viene posto su un crostone di pane caldo. Inoltre, per un’esperienza davvero gourmet, il pane deve essere rigorosamente casereccio.

Come realizzare con il lardo una golosa crema spalmabile che assicura l’esplosione di gusto

Sempre veloce e semplice, ma solo un po’ più elaborata, è invece la ricetta del lardo come base per la realizzazione di una crema spalmabile, da leccarsi i baffi, con degli ingredienti che si trovano facilmente in cucina oppure in dispensa.

Nel dettaglio, la prima cosa da fare è quella di sminuzzare il lardo battuto in punta di coltello. Per poi unire uno spicchio d’aglio sminuzzato, un pizzico di pepe nero, qualche rametto sbriciolato di rosmarino ed il parmigiano reggiano grattugiato in abbondanza e comunque quanto basta affinché, mantecando, si ottenga poi un composto goloso, cremoso e quindi facilmente spalmabile. Per esempio, anche in questo caso la crema di lardo si può spalmare su un crostone caldo di pane casereccio. Con l’esplosione di gusto per il palato che sarà assicurata.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te