Da non trascurare il dolore alla spalla notturno o quando si alza il braccio perché potrebbe essere un sintomo spia

Non è insolito svegliarsi con un improvviso dolore alla spalla o alla schiena. In situazioni normali può succedere a chiunque basta aver dormito in una posizione scomoda. Magari una postura sbagliata può aver aumentato la tensione muscolare e aver causato dolori al risveglio.

Sarebbe consigliato dormire o da supini o su un fianco per scongiurare dolori muscolo scheletrici. Ma in alcuni casi non è la posizione notturna che determina l’insorgenza di dolori. Infatti una posizione scorretta potrebbe solo accentuare un dolore pregresso di altra natura.

Da non trascurare il dolore alla spalla notturno o quando si alza il braccio perché potrebbe essere un sintomo spia

Come afferma l’Istituto Superiore di Sanità il dolore alla spalla potrebbe essere anche il segnale di altre malattie. I dolori alla spalla sembrerebbero essere piuttosto comuni, se ne lamentano circa 3 persone su 10 tra gli adulti. Diverse sono le cause che possono portare a questo dolore, ad esempio la spalla congelata. Ma anche instabilità della spalla, osteoartrite, una frattura ossea o disfunzioni dell’articolazione acromioclavicolare.

Ma tra le più diffuse troviamo malattie o infiammazioni della cuffia dei rotatori. In base ai sintomi si potrebbe trattare di patologie diverse.

Cos’è la cuffia dei rotatori

Si tratta di un complesso di muscoli e tendini che circondano l’articolazione della spalla. La cuffia serve a mantenere l’articolazione in una posizione corretta. Senza entrare troppo nel merito in base alla tipologia di dolore si può trattare di disturbi diversi. Un’infiammazione alla cuffia dei rotatori può essere causata da traumi, degenerazioni o lacerazioni tendinee. Ma anche l’eccessiva ripetizione di movimenti che stressano l’articolazione per esempio in alcuni atleti.

Come diagnosticare un eventuale problema

L’infiammazione della cuffia dei rotatori può causare un dolore non facile da localizzare precisamente. Si può avvertire dolore a riposo, soprattutto nelle ore notturne, o anche in gesti normali come spazzolare i capelli. La diagnosi può essere effettuata dal medico attraverso un esame fisico. Potrebbe essere necessario effettuare esami diagnostici come una risonanza o un’ecografia per scongiurare lacerazioni.

Per poter fare una diagnosi completa e prescrivere una terapia adatta è necessario consultare subito il proprio medico. Potrebbe anche essere necessario vedere uno specialista o fare della fisioterapia. Ma è importante e da non trascurare il dolore alla spalla notturno o quando si alza il braccio perché potrebbe essere un sintomo spia. Nella maggior parte dei casi potrebbe trattarsi di un’infiammazione risolvibile con una semplice terapia. Però potrebbe anche trattarsi di qualcosa di più grave che è meglio prendere in tempo.

Ascoltare quello che ci vuole dire il nostro corpo è fondamentale anche se si tratta solo di piccoli cambiamenti. Anche unghie fragili che si sfaldano potrebbero nascondere qualche problema. È importante consultare il proprio medico quando si presentano dolori soprattutto se persistenti.

Approfondimento

Dolore e gonfiore alle dita di mani e piedi in alcuni casi potrebbe nascondere questa patologia debilitante

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te