Da cucinare coi fichi oltre a dolci e antipasti anche questo secondo piatto

Da raccogliere direttamente dai nostri alberi o da acquistare dal fruttivendolo in questo periodo sono i fichi. Frutti dolcissimi, morbidi e succosi disponibili prettamente nei mesi estivi. Il loro sapore e il loro profumo sono davvero una goduria per il palato.

Inoltre, sarebbero anche amici dell’intestino e della pressione sanguigna. Infatti da un lato sarebbero ricchi di fibre, il che aiuterebbe anche a mantenere la linea, dall’altro di potassio, un aiuto per controllare la pressione.

Seppure la maggior parte delle volte li mangiamo direttamente crudi, i fichi si prestano a svariate ricette.

Una ricetta salata

Al pari dell’anguria, con la quale si può preparare un semifreddo, i fichi sono perfetti per i dessert. Il loro gusto zuccherino, infatti, è davvero l’ideale, tanto è vero che sono tra gli ingredienti di dolci al cucchiaio, crostate e biscotti.

Allo stesso tempo, spesso li si usa anche per gli antipasti, tanto sotto forma di confettura tanto nella loro forma naturale. Con o senza cottura, si accompagnano alla grande a formaggi e affettati.

Però, da cucinare coi fichi oltre a dolci e antipasti esistono tante ricette salate, tra cui un secondo davvero appetitoso. Si tratta di involtini di pollo che sono una rivisitazione del classico antipasto prosciutto e fichi.

Ci serviranno:

  • 4 fette di petto di pollo;
  • 4 fette di prosciutto crudo;
  • Parmigiano;
  • 2 fichi;
  • 50 g di burro;
  • mezzo bicchiere di vino bianco;
  • farina;
  • sale;
  • pepe.

Da cucinare coi fichi oltre a dolci e antipasti anche questo secondo piatto

Prendiamo le fette di pollo e passiamole sotto un batticarne per renderle più morbide e assottigliarle. Dopo di che occupiamoci dei fichi. Sciacquiamoli sotto l’acqua, priviamoli di buccia e picciolo. Tagliamoli a metà e teniamoli da parte in una zuppiera.

Prendiamo il nostro pezzo di Parmigiano e ricaviamo alcune scaglie non troppo grandi. Possiamo farlo con un coltello o con una grattugia dotata di fori larghi.

A questo punto prendiamo il prosciutto crudo. Qualora non dovessimo gradire il grasso, possiamo tranquillamente sfilarlo da ogni fetta.

In ogni fetta di pollo ne posizioneremo una di prosciutto. Al di sopra, poi, inseriremo qualche scaglietta sottile di Parmigiano e infine metà fico. Una volta composto così il pollo, arrotoliamo la fetta per chiuderla completamente e non farne fuoriuscire il ripieno. Blocchiamo la fetta di pollo con uno o più stecchini, avendo cura di ricordarcene la quantità qualora fossero poco visibili una volta serviti a tavola.

Impaniamo i nostri involtini in un piatto colmo di farina. Prendiamo una padella e poniamola sul fuoco, mettiamovi a fondere il burro. All’interno andremo a cuocervi i nostri involtini. Facciamoli soffriggere da un lato e dall’altro girandoli. Quando abbastanza colorati, andiamo a sfumare col vino.

Concluderemo la cottura quando risulteranno ben dorati e con un po’ di crosticina esterna. Poiché assorbiranno il burro, laddove necessario, per ultimare la cottura potremmo aggiungerne un altro poco. Saliamo e pepiamo.

Ed ecco che in modo facile e veloce avremo un secondo di carne gourmet, davvero gustoso grazie all’armonico equilibrio di dolce e salato.

Lettura consigliata

Senza uova e acqua frizzante questa pastella per friggere pesce e verdure

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te