Crisi, combatterla inventandosi un lavoro

Una idea geniale può portare profitto in un momento di crisi. Quante società sono nate dal nulla e dopo un duro e costante lavoro si sono trasformate in vere e proprie macchine per fare soldi. L’ingegno soprattutto dei giovani non conosce confini. Con i tempi che corrono l’unico modo per fare soldi è sfruttare il proprio estro. Chi punta ancora al posto fisso è anacronistico, chi invece mette a frutto una idea geniale con il tempo può guadagnare soldi. Coraggio e passione abbinati ad un pizzico di fortuna può fare la differenza.

Oggi si parla tanto di Green Deal. Coldiretti dopo una lunga selezione ha voluto premiare con l’Oscar Green 2020 giovani imprenditori che si sono inventati il lavoro con idee originali.

Ve ne raccontiamo sette di storie che coprono l’intera Italia e che sconfiggono la crisi.

I grappoli che maturano sotto gli abissi marini

Una ragazza toscana, produttrice di vino si è inventata un modello imprenditoriale originale: far maturare i grappoli appena raccolti sotto gli abissi marini per accelerare il processo di fermentazione. Questa tecnica evita di utilizzare poi i solfiti, perché a sostituirli è proprio il sale del mare.

Fare farina e biscotti

Un agricoltore del Friuli ha iniziato a coltivare nei suoi campi un particolare tipo di mais “la gemma di vetro” che viene dalle antiche tribù Cherokee. Senza fare nessun trattamento la pannocchia assume  le tonalità del vetro, dal blu intenso al trasparente dell’acqua, fino al viola, vinaccia e turchese.

Bio-cosmetici alla cipolla

Una nuova crema anticellulite per la felicità delle donne ma al sapore della cipolla ramata di Montoro, in provincia di Avellino. Questa verdura è ricca di proprietà antiossidanti e a differenza delle altre cipolle ha un aroma dolce e fragrante che non disturba.

Accessori uomo/donna senza additivi

Accessori uomo/donna colorati con lo zafferano evitando quindi di usare additivi. Il giovane imprenditore non si è perso d’animo ed ha aperto un punto vendita di prodotti natural fashion.

Formaggio di latte d’asina

L’idea è nata in Lombardia. Il primo formaggio di latte d’asina ha anche un nome: Arlecchino. E’ stato prodotto con l’aggiunta di latte di capra e di mucca, permettendo così alle incredibili proprietà del latte d’asina di andare in stagionatura donando a questo gustoso prodotto una qualità incredibile.

Una “spa” per le api

Terreni incolti del Friuli trasformati in “spa” per gli insetti riqualificandoli i distese fiorite. In questo modo le api  hanno trovato il giusto habitat aumentando la produzione di miele ma anche creato le condizioni per l’arrivo della vespa samurai, l’unico insetto oggi in grado di combattere la cimice asiatica che distrugge i raccolti.

Olio spalmabile anti- Xylella

In Puglia si combatte laXylella producendo il primo olio spalmabile. Un prodotto  bello da vedere, cremoso e incredibilmente buono e intenso.

Quando quindi si parla di crisi, ricordarsi che  da essa molti hanno creato delle opportunità

Approfondimento

Come creare rendite affidabili

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.