Criptovalute: rimbalzo improvviso

Dopo una chiusura di settimana poco incoraggiante e un avvio di stamattina sempre in debolezza improvvisamente le criptovalute sono state assalite da un ‘ondata di buon umore che ha riportato i prezzi nel consueto range che resiste da diverse settimane.

Bitcoin +4,15%

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Ripple +4,89%

Ethereum +9,58%

BitcoinCash + 6,47%

EOS +9,44%

Stellar +5,06%

E così via a fino a Augur (REP) che con un sonoro 21.60% si è riportata a quota 10 dollari.

Cosa che ci fa particolarmente piacere visto che questa piccola criptovaluta non è mai uscita dalla nostra lista di preferenza.

Cosa muove le criptovalute?

Cosa muove questi repentini ed improvvisi cambi di direzione è difficile dirlo.

Il fatto però che ogni tanto in mezzo a tanta lateralità e a qualche cedimento si intravedano anche giornate di acquisti fa pensare che il settore non sia poi così definitivamente derelitto.

Notizie particolarmente positive non ne sono uscite e questo per assurdo dà ancora più valore al recupero odierno.

Nuove grane per il Bitcoin e il settore?

Il modo di dare le notizie sulle criptovalute ultimamente è tutto un programma.

Si dà sempre la lettura più pessimistica.

In Giappone non hanno ancora deciso di approvare le richieste di strumenti finanziari legati al Bitcoin ed alle criptovalute in genere.

La FSA inglese non ha dato il via libera agli ETF sulle criptovalute.

Embé! Cosa cambia? Quali clamorosi vantaggi immediati porterebbe la diversificazione degli strumenti sulle cripto? Una maggior diffusione?
Fatele salire un mese in stile 2017 e le cripto tornerebbero a volare e a vedere espansa la propria platea di utenti né più né meno di quanto accadde nel periodo d’oro.

Ripple all’attacco del Bitcoin

In questo momento la capitalizzazione di Ripple è seconda soltanto a quella del Bitcoin nell’ambito delle criptovalute.

La distanza è ancora ampia, vale a dire diverse decine di miliardi di dollari.

Eppure c’è chi sostiene come Weiss rating, il fatto che Ripple sia un network che conta già partnership importanti ed evolute.

Una rete tramite cui effettuare pagamenti che rappresenta già oggi un valore aggiunto mancante a molte altre criptovalute compreso il Bitcoin.

In sostanza si è già formata una struttura di rapporti che progressivamente incrementerà l’adozione di XRP.
Considerato che la tiratura della moneta sarà limitata a 100 miliardi è lecito attendersi che questo farà salire a dismisura il valore di mercato della criptovaluta.

Weiss scrive: “Per questo ci aspettiamo che Ripple sorpasserà il Bitcoin in termini di capitalizzazione, il tutto nel giro di qualche anno, non necessariamente nel 2019.”

Come sapete Ripple è da sempre al primo posto nel nostro portafoglio ideale in criptovalute, come non essere d’accordo con Weiss?

Approfondimento

Consob e Criptovalute

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te