Criptovalute in altalena ma il peggio pare passato. Ora windowdressing di fine anno con le criptovalute in prima fila?

Dopo mesi in cui il settore delle cripto si nutriva solo di cattive notizie capaci di allontanare gli investitori e scatenare gli orsi, da qualche settimana le cose paiono cambiate.

Prima si parlava di mancata regolamentazione, ora si dà per scontato che man mano le cripto monete trovino accettazione e regolamentazione progressiva nei vari paesi.

Prima si verificavano casi di attacchi hacker quasi quotidianamente ora da tempo questi episodi si sono rarefatti e soprattutto sono di dimensioni contenute.

I grandi siti da Google a Facebook agli altri social avevano bandito tutto ciò che era promozione di cripto e ICO in particolare , ora questi originali divieti sono scomparsi

Per mesi sembrava che il business fosse in fase di contrazione progressiva ora addirittura a Wall Street una primaria agenzia di brokeraggio ha annunciato che contribuirà alla realizzazione di una nuova piazza di monete virtuali.

Si tratta di un progetto molto ambizioso in grado di dare visibilità e nuovo slancio al settore.

Manca ancora l’autorizzazione del regolatore ma la compagnia punta a quotare  futures , oltreché del Bitcoin, del Bitcoin Cash  di Ethereum e Litecoin. Una vera investitura istituzionale.
L’effetto trascinamento sarà comunque su tutto il settore che già oggi ha beneficiato di un evidente cambio di umore.

Criptovalute in altalena ma il peggio pare passato. Ora windowdressing di fine anno con le criptovalute in prima fila? ultima modifica: 2018-10-04T21:45:32+02:00 da Gianluca Braguzzi

Trova il tuo broker

Tickmill
XM
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.