Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD - Scopri di più!

Bitcoin: ragioni del crollo (verso 860?) e prospettive

Il prezzo del Bitcoin è stato spesso paragonato alle più grandi bolle della storia – la mania del tulipano olandese nel XVII secolo, la bolla del Mississippi nel XVIII secolo e la mania della ferrovia nel XIX secolo – ma forse il confronto più popolare è la bolla delle dot-com del 2000.

Nell’arco di cinque anni, sembrava che qualsiasi azienda con un ‘.com’ dopo che il suo nome provocasse una frenesia alimentare da parte degli investitori, che ha portato ad un’inflazione artificiale nel loro valore. Quando la bolla scoppiò inevitabilmente, l’implosione vide più di 1.7 trilioni (un miliardo di miliardi) di dollari cancellati dal loro valore di mercato, pochi mesi dopo il picco.

Dal dicembre 2017, il market cap di Bitcoin ha seguito una traiettoria simile, anche se su scala molto più piccola. Due recenti flash crash nell’arco di una settimana hanno portato le perdite totali di Bitcoin al di sopra dei 250 miliardi di dollari, che rappresentano un calo del 77 per cento in meno di 12 mesi.

Tuttavia le bolle possono essere identificate solo a posteriori, quindi potrebbe essere troppo presto per chiamare l’ultimo crollo dei prezzi una bolla che scoppia. Guardando alla storia volatile di Bitcoin, le cadute dalle altezze di fine 2017 rappresentano solo il quarto più grande aggiustamento dei prezzi nei 10 anni di storia della criptovaluta.

Si potrebbe dire “il peggio è ancora da venire…”. Le bolle, però, non sono del tutto negative. Servono, infatti, a liberare il mercato dalle società che hanno aumentato la loro capitalizzazione sull’onda della bolla, ma non hanno valore vero.

Il classico esempio è Amazon che è stata una delle maggiori vittime della bolla delle dot-com , che ha visto le sue azioni scendere da $300 nel 1998 a $6 nel 2000. Il prezzo delle azioni Amazon è ora superiore a 1.500 dollari, essendo diventata solo la seconda azienda nella storia a raggiungere un valore di mercato di oltre 1 trilione di dollari. Questo grazie al fatto che si trattava fondamentalmente di una grande idea commerciale e che alla fine è stata in grado di realizzare il suo potenziale.

Perché il valore del Bitcoin e delle altre criptovalute è crollato?

Non c’è una vera e propria causa che ha originato il recente crollo del Bitcoin. Alcune cause, però, si possono intuire.

La Sec (Securities and Exchange Commission), la Consob americana, ha recentemente annunciato pene di stampo civile contro aziende di criptovalute che non hanno registrato come prodotti finanziari le loro initial coin offering (Ico, un modo non regolato con cui vengono raccolti fondi in genere attraverso l’emissione di criptovaluta).

Il dipartimento americano di Giustizia sta indagando per capire se il forte rally del Bitcoin osservato nel 2017, anno finito a livelli record vicino ai 20.000 dollari, sia stato alimentato da manipolazioni (fonte Bloomberg).

Un’altra causa potrebbe essere il recente “hard fork” (split coins) del Bitcoin. Gli split coins sono creati cambiando le regole dellablockchain e condividendo la cronologia delle transazioni con bitcoin fino ad una certa ora e data.

I recenti split coins  del Bitcoin stanno sperimentando seri problemi tecnici, dovuti proprio alle modifiche sul protocollo. Il protocollo di Bitcoin (BTC), invece, oramai è da più di un anno che non viene modificato, ed è molto difficile immaginare che potrà essere modificato in futuro. Le continue modifiche al protocollo non sono affatto un buon segnale di decentralizzazione, perchè se questi protocolli ambiscono a raggiungere una diffusione di massa devono essere solidi ed indiscutibili.

Analisi tecnica di Proiezionidiborsa sul Bitcoin (BTC USD)

Bitcoin (BTC USD) nel momento che scriviamo quota a 4.209,04.

Sulla criptovaluta è in corso una proiezione ribassista di medio periodo che ha raggiunto il suo I° obiettivo di prezzo in area 4.215. L’aspetto interessante della seduta del 23 novembre è la tenuta di area 4.215.

A questo punto o assistiamo tiene e si origina almeno un rimbalzo oppure le quotazioni accelereranno verso il II° obiettivo di prezzo in area 859.

Per un’inversione al rialzo bisogna attendere una chiusura settimanale del Bitcoin superiore a 6.850.

Per una visione di lungo periodo si rimanda all’articolo Bitcoin: dove è diretto di medio termine?

Bitcoin: proiezione ribassista in corso sul time frame settimanale

Bitcoin: proiezione ribassista in corso sul time frame settimanale

Bitcoin: ragioni del crollo (verso 860?) e prospettive ultima modifica: 2018-11-24T19:31:40+00:00 da Dott. Thomas
Opera sui Mercati con XM
Opera sui Mercati con XM
Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD
Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD

Sicurezza e affidabilità per il tuo trading professionale con FXDD

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.