Credito Valtellinese: la trasformazione in spa non ha portato bene al titolo

Credito Valtellinese  ha chiuso le contrattazioni del 18 novembre a 0,3204 -2,64%.

Il 1 Novembre pubblicando una dichiarazione del presidente («Più appetibili con la Spa» nel commentare la trasformazione da banca popolare a Spa.) scrivevamo.

Il titolo viene da un rialzo di circa il 50% dai minimi di Settembre. Il raggiungimento del III° obiettivo ha provocato una brusca frenata del rialzo e adesso ci si trova difronte ad un bivio.

Bivio che si trova in area 0.39-0.384. La sua tenuta favorirebbe la ripartenza verso nuovi massimi. In caso contrario si tornerebbe verso area 0.3.

Da notare che al TC2 manca pochissimo per generare un segnale ribassista (rettangolo verde).

Tutto quanto previsto è stato confermato dai fatti. La rottura di area 0.39 è stata accompagnata anche dal segnale short del TC2. A quel punto il ribasso, dopo un ingannevole rimbalzo, le quotazioni hanno ripreso prepotentemente la strada del ribasso.

Il I° obiettivo si trova in area 0.29.

credito-valtellinese

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te