Così il 25 aprile può essere un giorno di reale Liberazione per tutti

Oggi, 25 aprile, si celebra una ricorrenza storica per tutto il Popolo italiano. Si festeggia la libertà, la fine dell’oppressione e della prigionia. Gli italiani finalmente raggiungono la tanto agognata Liberazione dalle forze nazi fasciste. La Seconda Guerra Mondiale è quasi arrivata al capolinea. Tutte le città della nostra penisola insorgono.

Oggi, a distanza di anni, il coraggio del Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI) è ricordato con fierezza. Esattamente 76 anni fa fu dichiarata ufficialmente l’insurrezione generale.

Diverse emozioni rimbombano nell’animo umano. Orgoglio, rabbia, gioia, felicità. Qualcuno, addirittura, fa fatica a riconoscere questa festività. In ogni caso essa è un caposaldo dell’Italia e ha un valore enorme.

Così il 25 aprile può essere un giorno di reale Liberazione per tutti.

Quest’anno si celebra anche un’altra Liberazione

Il 25 aprile 1946 fu istituita ufficialmente la giornata della Liberazione. Da allora essa è Festa Nazionale. In tutte le parti d’Italia si ricorda un avvenimento storico. Le scuole sono chiuse e le massime autorità dello Stato partecipano ad eventi e parate di ogni genere. A Roma e non solo. Oggi i piani sono cambiati in modo abbastanza radicale a causa della pandemia.

Fortunatamente, però, quest’anno si celebra anche un’altra Liberazione. Da domani, 26 aprile, il Governo ha varato un piano di riaperture. Ritorna la zona gialla e molte attività possono riaprire al pubblico. Finalmente si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel. Bisogna essere cauti, ma probabilmente il peggio è passato. Ci aspetta una lenta ripresa.

Così il 25 aprile può essere un giorno di reale Liberazione per tutti.

Ogni uomo può essere libero

Questa ricorrenza così importante si riflette sui singoli individui. Si può scorgere, infatti, un insegnamento fondamentale. L’Italia intera si è liberata dalle catene dell’oppressione. Ma anche ciascuno di noi può liberarsi delle proprie catene. Non si tratta di gerarchi nazisti senza scrupoli. Si parla, piuttosto, di pregiudizi e preconcetti. Oggi è il giorno buono per spezzare queste odiose sovrastrutture mentali.

In questo modo si potrà finalmente vivere in maniera spensierata e soddisfacente.

Consigliati per te