Cosa succede e cosa fare se prendi la scossa tra vivere e rischiare di morire

Quando si prende la scossa elettrica in genere tutto finisce solo con un grande spavento. Ma in realtà prevenire le folgorazioni è sempre fondamentale. Perché salva la vita. Specie se in casa ci sono bambini piccoli. Se la scarica che si prende è forte si rischia infatti l’arresto cardiaco. E comunque pure dei danni gravi agli organi interni.

Se prendi la scossa cosa succede e cosa fare? Ecco come comportarsi affinché non accada più

Il servizio di erogazione dell’energia elettrica è essenziale. Ma con la corrente i rischi si possono abbattere facendo attenzione a queste cose. In primis l’impianto elettrico deve essere sempre controllato periodicamente. E questo al fine di intervenire tempestivamente in caso di presenza di fili scoperti.

A proposito di cosa succede e cosa fare se prendi la scossa, l’acqua deve stare sempre lontana da ogni dispositivo alimentato con la corrente elettrica. Dalla stufa elettrica al phon, e passando per i rasoi elettrici. Inoltre, se si va a vivere in un’altra casa è bene far rilevare la presenza del salvavita.

E controllare che funzioni. Altrimenti contattare tempestivamente un elettricista è d’obbligo. Nella vita quotidiana, inoltre, occorre fare attenzione all’uso di prolunghe elettriche di ciabatte. Assicurandosi che queste siano integre ed isolate elettricamente.

Folgorazione da corrente elettrica, quando devi chiamare i soccorsi

Se prendi la scossa, infatti, questa nella maggioranza dei casi può generare solo una piccola ustione. Ma se la scarica elettrica è forte si può verificare la perdita di coscienza. In tal caso occorre praticare la rianimazione. Chiedere aiuto alle persone più vicine e chiamare subito e senza indugi il 118.

Se prendi la scossa forte il rischio è infatti quello di rimanere attaccati. In questo caso chi ci può aiutare deve sempre prima staccare la spina. O tempestivamente il quadro elettrico generale prima di poter intervenire.

Consigliati per te