Cosa sta avvenendo ai prezzi dell’energia con la fine del servizio di maggior tutela

Le PMI da quest’anno hanno un’opportunità incredibile per risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica. Perciò, vediamo cosa sta avvenendo ai prezzi dell’energia con la fine del servizio di maggior tutela. Molte PMI non hanno effettuato il passaggio al mercato libero dell’energia e sono, quindi, passate automaticamente al servizio a tutele graduali. Uno studio di Selectra e Althesys conferma che in questo mese le piccole e medie imprese hanno pagato circa il 20% in più il prezzo dell’energia.

Molti non hanno mai compreso quali sono i valori che incidono sulla bolletta.

Il prezzo netto dell’energia determina solo una parte dell’importo nella bolletta elettrica. Questo valore cambia in base all’offerta mentre tutte le altre voci sono stabilite dall’autorità e dipendono solo dai consumi.

Dove si paga di più

Selectra ha messo sotto la lente di ingrandimento il prezzo medio della componente energia per le PMI. Nel caso del Mercato Libero risulta di circa un 10% più basso per chi usufruisce di una tariffa a fasce orarie rispetto al servizio a tutele graduali. Chi ha già scelto il Mercato Libero ha ottenuto in questo mese un risparmio tra il 23% e il 28% in base alla tariffa monoraria oppure per fasce.

La previsione per il futuro

Selectra invita le PMI a passare al mercato libero perché con febbraio è possibile un aumento del 14% sulla bolletta elettrica. Questo aggravio è dovuto alla crescita del prezzo unico nazionale dell’energia elettrica.

La simulazione dei prezzi

Selectra ipotizza un rialzo nei prossimi mesi e perciò le PMI hanno una opportunità per proteggersi da queste oscillazioni passando al mercato libero. In questo modo, le PMI possono scegliere di bloccare un prezzo fisso, per 12 o addirittura 24 mesi. Questo passaggio non comporta interruzione della fornitura e non ha costi aggiuntivi per il cliente.

Abbiamo visto nello specifico cosa sta avvenendo ai prezzi dell’energia con la fine del servizio di maggior tutela. Ora, le PMI hanno il quadro chiaro della situazione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te