Cosa sono i falsi amici? Conoscere la linguistica ed evitare gaffe

Nella vita di tutti i giorni ci sarà sicuramente capitato di incontrare delle persone che abbiamo valutato amiche e che poi non lo sono state. Ci sarà capitato di comprendere con il tempo che la loro apparenza è del tutto diversa rispetto alla loro sostanza. Questo ci ha insegnato, grazie all’esperienza, ad orientarci e a comprendere come identificare chi ci è amico e chi no.

I falsi amici però non esistono solo nelle nostre relazioni interpersonali, si presentano anche se siamo in una fase di apprendimento di una nuova lingua. Cosi per chi sta studiando, o ha studiato le lingue, non è inusuale chiedersi cosa sono i falsi amici.

Dunque non solo nelle conoscenze e nella vita di tutti i giorni bisogna essere accorti, ma anche in fase di studio.

Con questo articolo cercheremo di definire cosa sono i falsi amici, per conoscere la linguistica ed evitare gaffe

Definizione del falso amico

Bisogna definire che i falsi amici sono delle frasi o parole di una lingua  risultano simili a livello fonetico e morfologico ma hanno un significato diverso.

Di fatti i falsi amici sono omografi ma mai sinonimi.

Questi ingannano poiché essendo vicini alla nostra lingua madre ci inducono per analogia ad essere affrettati nel provare ad indovinare il significato di un termine.

Degli esempi di falsi amici si possono ravvisare nelle lingue romanze, quelle con derivazione latina, tra queste abbiamo l’italiano, lo spagnolo, il francese, il catalano ecc

Per tale ragione se sentiamo dire constipado termine spagnolo è facile per noi credere che significhi costipato. Mentre il suo reale significato è influenzato.

Lo stesso accadde con il francese all’udire del verbo fermer, il nostro istinto ci fa pensare al verbo fermare, in realtà significa chiudere.

Infine in inglese il termine “library” non è libreria, ma il suo significato è biblioteca e così via.

La nascita di falsi amici non deriva solo dalla somiglianza tra due lingue, avviene anche con quelle lingue inclini a fenomeni di “prestito” o “contaminazione”.

Il termine inglese “mister” che indica una persona adulta, in Italia assume significato differente difatti indica un allenatore sportivo,

Il termine stage, lo utilizziamo per indicare un periodo di tirocinio, letteralmente tradotto significa  palcoscenico ecc.

Errori di comprensione e traduzione

L’origine del termine “falso amico” in linguistica, apparve per la prima volta nel 1928 coniato dagli studiosi francesi Koessler e Derocquigny.

Grazie al loro libro è stato possibile dare una risposta alla domanda cosa sono i falsi amici?

Anche i più bravi che hanno una buona padronanza della lingua possono avere difficoltà nelle traduzioni, soprattutto se vi sono termini tecnici, formali o giuridici.

Possiamo aggiungere che più si conosce una lingua, minori saranno le probabilità che i falsi amici possano imbarazzarci ad un meeting formale o non.

Molti errori di comprensione e di traduzione da una lingua ad un altra sono causati, secondo alcuni studiosi, da ciò che viene definita “Pigrizia linguistica”.

Dunque cerchiamo di imparare sempre di più così da inserire nuovi termini nel nostro vocabolario, esercitandoci nella comprensione, nella traduzione e mantenendo la mente attiva.

Consigliati per te