Cosa potrà evitare il crash che attende i mercati azionari? di Gerardo Marciano

 Il Dott. Gerardo Marciano è Amministratore Delegato di Proiezionidiborsa

Il futuro ha in sé molte strade, e la strada che si percorre, fino all’ultimo momento può portare a dei cambiamenti. Il futuro non è unico, ma “sono tanti e variabili” dipende dal percorso che si inizia e si continua  mantenere.

Le nostre medie storiche ed i nostri studi statistici per il 2016, prevedono lo scenario raffigurato in questo grafico su scala settimanale

La nostra previsione statica per l’anno borsistico 2016 per i mercati americani è raffigurata nel seguente frattale.

Anno2016
(ricordiamo che il grafico è costruito in modo tale che l’apertura di Gennaio sia fissata a 100).
Gli altri mercati dovrebbero accodarsi con probabilità del 76%.
A questo ribasso , entro la fine di Gennaio, dovrebbe seguire un rimbalzo/rialzo fino alla fine di Aprile/Inizio Maggio e poi una fase laterale ribassista fino ad Ottobre inoltrato, quindi un rally natalizio con nuovi massimi annuali
Abbiamo 2 Setup da valutare:
quello del 30 Gennaio/1 Febbraio e del 30/31 Maggio.
A ridosso di queste date dovremmo assistere ad una variazione del trend in corso. Con la prima, quindi, si potrebbe girare al rialzo come da frattale previsionale, e, con la seconda, di nuovo verso il basso fino al mese di Agosto e poi a quello di Ottobre.
Questo scenario viene continuamente monitorato dai nostri strumenti di Self Learning e di Trend Following.
Possiamo già affermare, che al momento la situazione è tale, da farci ritenere che il frattale annuale subirà delle drastiche modifiche e che non è più tanto elevata la probabilità che l’anno possa chiudersi su  nuovi massimi.
I nostri strumenti previsionali, ritengono che lo scenario si continuerà a modificare facendo segnare ribassi fino al 2017 inoltrato.
Cosa manterrà intatta la previsione di ribasso?
Future Ftse Mib: chiusure Mensili inferiori ai 21.150
Future Dax : chiusure Mensili inferiori ai 10.550
Future Eurostoxx: chiusure Mensili inferiori ai 3.215
S&P500: chiusure Mensili inferiori ai 2.060.
Finchè non si  verificherà questa modifica dello scenario, i mercati hanno “in canna” ulteriori ribassi fra il 30 ed il 40% fino al 2017

Consigliati per te