Cosa possono fare i nonni per far valere i loro diritti?

I nonni a volte pagano le conseguenze delle separazioni dei figli dal loro coniuge, nel rapporto con i nipotini. Un valore incommensurabile sotto il profilo umano, perché i bambini sono incuriositi dalle loro storie, dai loro modi diversi di fare rispetto a mamma e papà. Alle storie fantastiche da loro raccontate, dalle coccole, e dal loro profumo caldo e fiorato.

Allora, gli Esperti di ProiezionidiBorsa si sono chiesti cosa possono fare i nonni per far valere i loro diritti. Perché, a volte, queste immagini colme d’amore, possono diventare dei ricordi pieni di malinconia e di tristezza.

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

A volte accade che, a causa di separazioni o divorzi, si verifichi un allontanamento ingiustificato dai nonni, solo per un dispetto al proprio coniuge. La rabbia può accecare a tal punto da far dimenticare il valore immenso di questa splendida figura.

I nonni, il patrimonio dell’umanità e soggetti giuridici

Il nostro legislatore, apportando una modifica al codice civile, è intervenuto con due articoli, il primo sotto il profilo esistenziale, l’altro sotto il profilo economico. Quindi, cosa possono fare in nonni per far valere i loro diritti?

L’art. 317 bis, permette al nonno, al quale sia impedito il diritto di visita ai nipoti, di ricorrere al giudice per emettere i provvedimenti necessari. Ovviamente, i provvedimenti che il giudice emetterà saranno sempre nell’interesse del minore.

Si valuterà il caso specifico perché, in caso di contrasto tra la volontà dei nonni e quella del minore, prevarrà il benessere di quest’ultimo. Non sono mancati i casi, infatti, in cui il tribunale ha rigettato le richieste dei nonni, perché contrastavano con il benessere psicologico del minore.

I nonni, oltre ad essere un valore incommensurabile sotto il profilo umano, a volte sono preziosi anche sotto l’aspetto economico. Spesso contribuiscono in numerose famiglie, a volte con apporti economici, a volte prestandosi a fare da babysitter, facendo così risparmiare tanto i genitori che lavorano.

Può accadere, però, che entrambi i genitori siano in una impossibilità oggettiva di provvedere al mantenimento dei figli, e non ricevano alcun aiuto. Cosa si può fare? Ci sono doveri dei nonni in questi casi? La risposta è affermativa.

Doveri sussidiari dei nonni

Il nostro legislatore, ha previsto con l’art. 316 bis, che i genitori che versano nell’impossibilità oggettiva di mantenere i propri figli, possono chiedere aiuto ai nonni. Ovviamente tale obbligo dei nonni ha carattere sussidiario e subordinato all’obbligo di ciascun genitore.

Ad ogni modo, a prescindere, dalle beghe familiari, i nonni sono e rimarranno sempre il patrimonio dell’umanità e la più grande ricchezza per i nipoti e genitori.

Approfondimento

Senza questo documento l’INPS revoca la pensione

Consigliati per te