Cosa portare da mangiare in campeggio o per fare trekking in montagna

Quando si va in vacanza di solito si cercano comodità e risparmio. Regalarci qualche giorno di riposo, ma anche di divertimento, può servire a ricaricarci e affrontare gli impegni lavorativi o scolastici con più energia. Nel programmare un viaggio pensiamo alla meta, a cosa mettere in valigia e dove alloggiare. Per un’esperienza diversa potremmo andare in campeggio e magari fare delle escursioni. Oltre a procurarci tutto ciò che può servirci, dalla tenda allo zaino, dobbiamo pensare a cosa mangeremo.

Come cucinare in campeggio

Chi sceglie di fare un campeggio stanziale per almeno una settimana dovrebbe procurarsi almeno un fornelletto a gas. Questo può essere utile anche per trekking di due giorni. Per una maggiore comodità e per cucinare piatti vari, soprattutto se si viaggia in almeno due persone o con bambini, ci sono alternative. Nei negozi specializzati, infatti, si può trovare una mini cucina con una fiamma e una piastra accanto per tostare o grigliare. Ce ne sono di elettriche ma anche alimentate da bombole.
Quando avremo scelto come cucinare pensiamo a cosa mangiare.

Cibi da comprare

Molto probabilmente staremo in tenda solo di notte, la mattina presto e poi la sera. Organizziamo di conseguenza le provviste in base a due pasti, la colazione e la cena. Vediamo, quindi, cosa portare da mangiare in campeggio. Pensiamo a delle scatolette con tonno, verdure precotte, sughi e legumi. Portiamo anche dei biscotti, crackers, fette biscottate e pasta.
Sul posto potremo comprare frutta fresca, pesce, formaggi e acqua. L’ideale sarebbe munirci di un piccolo frigo elettrico o a batteria solare. In alternativa, per qualche ora sono utili le borse o gli zaini frigo dove inserire le mattonelle refrigeranti. Se nel camping c’è un congelatore comune o un minimarket, potremo raffreddarle nuovamente lì.

Cosa portare da mangiare in campeggio o per fare trekking in montagna

La colazione può essere abbastanza leggera se poi andiamo al mare. Caffè, biscotti, yogurt, cereali e frutta sono una buona idea. A seconda del posto dove siamo per pranzo si potrebbe scegliere un localino con piatti tipici oppure andremo a comprare panini con affettati e un po’ di frutta. Se torniamo al camping, insalate con tonno o formaggi potrebbero andare bene, oppure cucineremo la pasta da condire in modo semplice.
La sera si sfrutterà la piastra per cuocere della carne o del pesce, accompagnati con un contorno. In alternativa, compreremo qualcosa di pronto in rosticceria oppure ordineremo una pizza.

Per quanto riguarda le escursioni, la colazione è importante per fare il pieno di energie. Preferiremo, quindi, carboidrati come biscotti o fette biscottate con la marmellata insieme al caffè o latte macchiato, se si digerisce bene. Mettiamo nello zaino barrette energetiche, biscotti e crackers da sgranocchiare nelle pause della camminata. Sono una buona idee i panini con il prosciutto. È molto importante portare l’acqua, ma anche del tè o bevande saline, specialmente in estate. Possiamo berle già pronte oppure farle al momento usando le bustine in commercio.

Lettura consigliata

Come lavare tenda da campeggio e sacco a pelo in piuma o fibra sintetica

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te