Cosa non fare dopo aver fatto un tatuaggio

Milioni di persone in Italia hanno abbellito il proprio corpo con uno o più tatuaggi. Questa moda ha affascinato tutti, grandi e piccini. Dopo aver deciso di fare un tatuaggio si inizia la ricerca dell’immagine, del simbolo o delle iniziali da tatuarsi che dovranno portare un significato molto importante per chi se lo fa.
Per far sì che il tatoo  duri nel tempo ci sono delle regole da rispettare e dei comportamenti da tenere sia prima che dopo averlo fatto.

Le cose da non fare dopo essersi fatti tatuare sono importanti da seguire proprio per garantire la riuscita del tatuaggio e per la nostra salute. Occorre seguire delle piccole regole per far sì che la ferita si rimargini. Dobbiamo vedere il tatuaggio come una ferita da far guarire perché proprio di questo si tratta. Durante un tattoo la pelle viene sottoposta ad un forte stress poiché viene continuamente punta con un ago creando delle microferite che possono anche infettarsi.
In genere il periodo di guarigione del tatuaggio è circa una settimana o dieci giorni. È proprio durante questo periodo che bisogna fare attenzione e occorre non fare determinate cose.

Cosa non fare dopo aver fatto un tatuaggio

Dopo aver fatto un tatuaggio non bisogna esporsi al sole. Il sole è una delle principali cause dello scolorimento precoce dei tatuaggi specie se appena fatti.

Bisogna evitare di immergersi nell’acqua durante tutto il periodo di cicatrizzazione della ferita. Si possono fare delle docce veloci ma evitare di immergersi in piscina o fare bagni al mare perché l’acqua potrebbe essere sporca e la ferita si infetterebbe.

Non si deve bendare il tatuaggio con la pellicola trasparente perché la ferita deve respirare per poter guarire.

Non si deve dimenticare di applicare due volte al giorno una crema antibiotica per una quindicina di giorni.

Il tatuaggio va pulito con dei detergenti non aggressivi, meglio usare solo l’acqua.

Evitare il contatto con peli di animali.

Non togliere le crosticine che si formeranno perché cadranno da sole. Se lo fate allungherete il processo di guarigione della ferita.

Sudare troppo nelle prime settimane inumidisce la pelle facilitando la formazione di batteri. Per chi ama andare in sauna o fare training intensi farebbe meglio a interrompere per alcune settimane.

Cosa non fare dopo aver fatto un tatuaggio è radersi.
Se il tatuaggio è situato in una zona dove normalmente ci rasiamo tipo ascelle, gambe o viso allora dobbiamo pazientare e aspettare che le crosticine cadano dopodiché potremo eseguire la rasatura.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te