Cosa mangiare durante la pandemia

Costretti a rimanere a casa durante la pandemia da Covid 19, abbiamo un’occasione particolare per una nuova opportunità di salute, modificando in meglio le nostre abitudini alimentari. Oggi si è rinnovata la centralità sociale del cibo.

A ricordarlo è lo studio della Fondazione Enpaia e del Censis, “L’agricoltura nella seconda ondata, tra resistenza e rilancio”. Infatti, la spesa alimentare domestica è aumentata del +2,3% e in particolare sono aumentati alcuni prodotti tipici del mangiare in casa. La pasta +12%, il riso +16% e la birra +16,2%.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Questo dimostra come il cibo è stato un formidabile alleato per garantire il proprio benessere psicofisico in questo periodo. Ma come regolarci su cosa mangiare durante la pandemia?

È fondamentale limitare gli eccessi e alcuni comportamenti errati che possono incidere sulla salute. Dobbiamo tenere presente, infatti, che prima avevamo poco tempo da dedicare alla cura dell’alimentazione e preparazione dei pasti. Adesso invece, ne abbiamo molto.

I principali consigli su cosa mangiare durante la pandemia

Attraverso la Società Italiana di Nutrizione Umana (Sinu) possiamo estrapolare alcuni consigli utili su cosa mangiare durante la pandemia. Dato il periodo di isolamento forzato, innanzitutto è meglio portare a tavola solo quello che si è deciso di mangiare.

Inoltre, non bisogna abusare con il sale, con condimenti ricchi di grassi ed è consigliato consumare almeno cinque porzioni al giorno di frutta e verdura. Quest’ultimi sono utili per rafforzare le difese immunitarie e la protezione delle vie respiratorie.

Sono previsti anche alcuni consigli tecnici per evitare un aumento di peso. Infatti, meglio portare a tavola soltanto quello che si è deciso di mangiare, servito in una porzione per ogni portata senza alcuna aggiunta. Ed ancora, bisogna ridurre il consumo di bevande zuccherate e prodotti contenenti zucchero.

Ultimo suggerimento, ma non meno importante, è di non assaggiare durante la preparazione dei piatti evitando di mangiare in piedi. Secondo gli esperti tutto questo potrà aiutare ad affrontare l’aumento della sedentarietà in questo periodo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te