Cosa fare per indurre i bambini a prendere le medicine

Come convincere i bambini a prendere le medicine? Il dilemma a cui ogni genitore vorrebbe trovar risposta appena il termometro segna più di 37.

Delle mille battaglie che si combattono tra le mura domestiche, quella per far prendere la medicina ai bambini è una delle più estenuanti. Poco importa se lo sciroppo sa di fragola o se la pasticca è a forma di orsetto, un bambino riconoscerebbe il paracetamolo da chilometri.

Ci sono, però, dei metodi per tranquillizzarli, ed evitare di passare un intero pomeriggio con il cucchiaio di sciroppo in mano. Vediamo come convincere i bambini a prendere le medicine (o almeno provarci).

Cosa fare per indurre i bambini a prendere le medicine

Per prima cosa, non partiamo prevenuti. Non è detto che ci debba per forza essere uno scontro. La cosa migliore è parlarne col bambino, non sottovalutando la sua capacità di comprendere la situazione.

Se, però, l’approccio pacifista non funziona, dobbiamo ricorrere ai trucchetti. Se la medicina è liquida, si può trovare il modo più divertente per somministrarla: per esempio, con una cannuccia colorata o nella sua tazza preferita. Un altro buon metodo è quello di spruzzare gentilmente il farmaco da una siringa.

Altrimenti, possiamo coprire il sapore del farmaco con quello di qualcosa più gradevole. Se parliamo ancora di sciroppi, mescolarli a latte o succhi di frutta. Se si parla di pasticche, spezzettarle e metterle in una pallina di gelato.

Il trucco dell’ostia sconsacrata

Se il bambino non è troppo piccolo ma proprio non sopporta il sapore del medicinale, possiamo ricorrere all’ostia. Basterà acquistare delle ostie sconsacrate (si trovano facilmente in farmacia). Inzuppare un’ostia nell’acqua e, quando si sarà ammorbidita, chiuderci dento la pasticca.

L’ostia farà da guscio, impedendo al bambino di sentire il sapore della pasticca. Per lui buttarla giù con un po’ d’acqua sarà molto più semplice.

Ecco, dunque, svelato che cosa fare per indurre i bambini a prendere le medicine.

Approfondimento

Per consigli su come passare pomeriggi di gioco con i nostri bambini, cliccare qui.

Consigliati per te