Cosa fare in Borsa con il più importante gruppo bancario italiano?

Cosa fare in Borsa con il più importante gruppo bancario italiano?

La domanda è d’obbligo dopo che Intesa Sanpaolo ha portato a termine con successo l’OPS su UBI Banca e rafforza la sua posizione dominante in Italia.

Sicuramente un buon incentivo all’investimento resta la politica dei dividendi. Intesa Sanpaolo intende chiedere alla BCE l’approvazione di una distribuzione di un dividendo in contanti da distribuire dalle riserve nel 2021 alla luce dell’allocazione a riserve dell’utile netto 2019. Il management, inoltre, ha confermato un payout per il dividendo non inferiore al 70%. Anche in futuro, quindi, possiamo aspettarci ricche cedole con dividendi superiori al 6%.

Per quel che riguarda la semestrale relativa alla prima parte del 2020, i numeri sono molto buoni. La banca guidata da Carlo Messina, infatti, ha chiuso il primo semestre con un utile netto pari a 2,6 miliardi di euro, in crescita del 13,2% rispetto a 2,3 miliardi di euro del primo semestre 2019. Numeri eccezionali che corrispondono all’ 86% dei 3 miliardi di euro di utile netto minimo previsto per l’esercizio 2020. Se si pensa che questi risultati sono stati ottenuti durante la pandemia da covid-19 si comprende meglio la forza del gruppo.

Cosa fare in Borsa con il più importante gruppo bancario italiano? Le indicazioni dell’analisi grafica e previsionale

Intesa Sanpaolo (MIL:ISP) ha chiuso la seduta del 13 agosto a 1,8656€ in ribasso dello 0,91% rispetto alla seduta precedente.

Nel medio/lungo periodo la tendenza in corso è saldamente rialzista e punta al raddoppio delle quotazioni. Un campanello d’allarme dovrebbe scattare solo nel caso di chiusura settimanali inferiori a 1,6211€.

La situazione è un po’ più delicata nel breve periodo. L’ultima seduta al ribasso, infatti, potrebbe creare le condizioni per un ritracciamento almeno fino in area 1,844€. Una chiusura giornaliera inferiore a questo livello farebbe scattare un ritracciamento di breve che potrebbe arrivare fino in area 1,6436€.  La tenuta di questo livello, che è molto vicino al livello al di sotto del quale anche la tendenza di medio/lungo si indebolirebbe, sarebbe un’ottima occasione di acquisto per i ritardatari che vorrebbero entrare al rialzo su Intesa Sanpaolo.

Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Il pannello inferiore riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1.

intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Il pannello inferiore riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1.

Approfondimento

Quale futuro per i primi 5 titoli bancari per capitalizzazione quotati sul Ftse Mib? Gli scenari di medio/lungo periodo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te