Cosa fare dopo la prova di forza del titolo Copernico?

Dopo un lungo periodo di debolezza, il titolo ha segnato la terza migliore performance della settimana a Piazza Affari con un rialzo del 10% circa. Anche l’ultima seduta della settimana è stata molto interessante con un rialzo dell’1,72% da confrontare con il -4,6% del listino milanese. Niente male, non c’è che dire.

Alla base di questo risultato ci sono i buoni dati societari relativi ai primi 6 mesi del 2021 durante il quale le commissioni nette solo salite del 14,3% a 1,7 milioni di euro. Anche la raccolta netta, balzata a 41,1 milioni di euro (+135%) dai 17,5 milioni di euro del primo semestre 2020 ha dato ottime indicazioni confermando il percorso di crescita intrapreso dall’azienda. Gli Asset Under Management si sono portati a 669 milioni (+20% rispetto allo stesso periodo dello stesso anno).

Dal punto di vista della valutazione la società gode di livelli interessanti con un EV/Sales ratio relativamente basso rispetto ad altre società del settore. I multipli di mercato, invece, esprimono una spiccata sopravvalutazione.

Secondo gli analisti che coprono il titolo il consenso è mantenere con un prezzo obiettivo in linea con le attuali quotazioni.

Cosa fare dopo la prova di forza del titolo Copernico?

La chiusura settimanale ha visto la rottura della forte resistenza in area 5,70 euro (I obiettivo di prezzo) aprendo le porte a una continuazione del rialzo almeno fino al II obiettivo di prezzo in area 6,35 euro. La massima estensione del rialzo, invece, si trova in area 7 euro. Le azioni Copernico, quindi, hanno un potenziale rialzista per un addizionale apprezzamento del 20% circa.

Solo una chiusura settimanale inferiore a 5,7 euro metterebbe in crisi lo scenario rialzista e farebbe invertire al ribasso la tendenza in corso.

Avvertenza

Prima di concludere c’è un’importante osservazione da fare. A oggi la capitalizzazione di Copernico è di circa 11.000.000 euro. Un livello che espone le quotazioni del titolo a possibili forti escursioni scatenate anche da piccoli capitali investiti. Basti pensare che il controvalore medio giornaliero scambiato sul titolo è inferiore ai 5.000 euro.

Cosa fare dopo la prova di forza del titolo Copernico? Le indicazioni dell’analisi grafica

Le azioni Copernico (MIL:COP) ha chiuso la seduta del 26 novembre a 5,90 euro in rialzo dell’1,72% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

copernico

 

Approfondimento

La variante Omicron spinge la riscossa dell’euro contro il dollaro

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te