Cosa fare con l’acetone oltre a togliere lo smalto dalle unghie

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

L’acetone è un composto chimico che, tra l’altro, viene prodotto e commercializzato per il settore della cosmesi. L’acetone viene infatti utilizzato al fine di rimuovere lo smalto per unghie, ma in realtà il composto chimico si presta ai più svariati utilizzi facendo comunque sempre molta attenzione visto che si tratta di un solvente organico tossico.

Ecco allora cosa fare con l’acetone oltre a togliere lo smalto dalle unghie, dalla rimozione della vernice dai vestiti alla rimozione di macchie dalle finestre, e passando per la rimozione di scritte con i pennarelli indelebili.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Ecco cosa fare con l’acetone oltre a togliere lo smalto dalle unghie

Rimozione della vernice sui vestiti: in caso di macchie di vernice sui vestiti queste si possono eliminare con l’acetone. Ed in particolare con una soluzione composta da due parti di acqua e da una parte di acetone. Con un panno imbevuto basterà infatti strofinare sulla parte di tessuto sporca di vernice al fine di eliminare la macchia.

Rimozione di macchie dalle finestre: come per i vestiti, anche dalle finestre le macchie scompaiono con l’acetone. Basterà infatti strofinare con acetone la parte di vetro sporca di vernice, attendere qualche minuto che agisca e poi passare delicatamente un panno umido.

Rigenerare smalto secco per le unghie: l’acetone, utilizzato di norma per togliere lo smalto dalle unghie, in realtà può rigenerare lo smalto stesso se questo è diventato secco. Basta infatti mettere qualche goccia nella bottiglietta dove c’è lo smalto secco. Scuotere e lasciare agire per circa un’ora. Dopodiché quello che era uno smalto per le unghie secco da buttare si potrà poi utilizzare interamente senza sprechi.

L’acetone è ottimo pure per eliminare gli inchiostri: essendo un solvente, l’acetone è un composto chimico che si presta bene pure per l’eliminazione di inchiostri. Per esempio, per eliminare da superfici come la plastica ed il legno le scritte fatte con i pennarelli indelebili.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te