Cosa fare con i rifiuti tecnologici e come guadagnarci un sacco di soldi

Sembra assurdo ma è proprio così. La spinta verso il riciclo ha portato a nuove idee e tanta creatività che messa in atto porta a veri capolavori. Non si butteranno più i rifiuti tecnologici ma si trasformeranno.

Con rifiuti tecnologici si intendono cuffie, parti di computer, parti di vecchi videoregistratori e tutto ciò che di tecnologico va in disuso. E da questi si creano anelli, bracciali, collane e bijoux per soddisfare ogni richiesta. La nuova frontiera del green è riciclare i rifiuti tecnologici per farne degli splendidi eco-gioielli. Una vera e propria moda eco solidale. Ecco cosa fare con i rifiuti tecnologici e come guadagnarci un sacco di soldi.

Dove si possono trovare?

Dal febbraio del 2010 è stato inaugurato il Museo virtuale del Riciclo. Nato dall’esigenza di accorpare una vetrina unica per dare spazio a tutte le innovazioni in questo campo. Non è un museo statico ma in continua evoluzione, perché si evolve insieme ai progressi del settore.

È suddiviso in diverse parti che comprendono il design e la musica, la moda e l’architettura. Da qualche tempo la parte dei gioielli riciclati è stata arricchita proprio da questo genere di opere. L’obiettivo del Museo è sensibilizzare le persone al dare una vita nuova a tutto ciò che apparentemente si butta. Per questo motivo non solo gli artisti sono accolti con le loro opere ma chiunque desideri proporre qualcosa.

Per l’inaugurazione di questa sezione si è lanciata un’intera linea di gioielli. Non solo qualche opera ma una vera e propria serie di pezzi originali come la collana fatta con i tasti di una vecchia tastiera. Oppure degli anelli realizzati con l’abbinamento di schede elettroniche ormai vecchie, plastica di bottiglie e carta di scarto.

Riciclare rifiuti tecnologici e farne dei gioielli

Come detto prima non è prerogativa degli artisti la possibilità di creare eco-gioielli. Ogni persona può cimentarsi nella realizzazione e dare spazio al proprio gusto e alla propria creatività. Il modo più facile per farlo è utilizzare proprio gli scarti presenti in casa abbinando pezzi tecnologici ad altro materiale.

Si può prendere esempio da quelli già creati oppure spaziare per conto proprio. Si può anche uscire dai classici canoni sbizzarrendosi con forme, materiali e colori. Insomma, basta provare e fare di un rifiuto qualcosa di meraviglioso. In internet se ne trovano molti e se si guardano i prezzi tutto sembrano tranne pezzi di scarto. Ecco cosa fare con i rifiuti tecnologici e come guadagnarci un sacco di soldi.

Consigliati per te