Cosa dicono i cani quando abbaiano

Il cane è il migliore amico dell’uomo. Un animale domestico da tempo immemore che va amato e protetto. È impossibile immaginare una vita senza di loro. Alcuni amano questi animali come fratelli. Altri, addirittura, li preferiscono agli esseri umani. Le caratteristiche di lealtà, fedeltà e amore incondizionato sono preziose. Si ricercano, infatti, anche in un’amicizia vera. Al giorno d’oggi sono sempre più rare.

Per accudire un cane, però, bisogna cercare di capirlo. Tramite i gesti, ma anche tramite le loro “parole”.

È cruciale, quindi, scoprire cosa dicono i cani quando abbaiano.

Gli amici a quattro zampe cercano di comunicare in tutti i modi

I cani utilizzano svariati canali di comunicazione. Leccando il proprio padrone, scodinzolando, saltando. Il metodo preferito dalla maggioranza è di sicuro abbaiare.

Abbaiare, però, non è un vero e proprio linguaggio. L’italiano, l’inglese, l’arabo (e così via) sono delle lingue perché riescono ad esprimere concetti complessi tramite dei segni. C’è un rapporto univoco tra significato (oggetto o azione) e significante (parola).

Nella comunicazione canina, invece, questa caratteristica non c’è. I cani sono più simili a dei bambini molto piccoli. Utilizzano l’abbaio per parlare, per comunicare moltissimi concetti.

Ma cosa dicono i cani quando abbaiano?

Possono esprimere paura di qualcosa: un oggetto o una persona. Un allarme: sta succedendo qualcosa di grave e cercano di segnalarla. Il latrato può essere un segno di frustrazione o eccitazione. Può indicare noia, insofferenza o disagio. Può essere un tentativo di preservare il proprio territorio.

Come deve reagire un buon padrone?

Il tema fondamentale, tuttavia, è capire come un padrone attento può reagire di fronte al proprio cane che abbaia.

Innanzitutto bisogna che egli sia bravo a capire la motivazione. Basandosi sulle circostanze, è possibile risalire alle cause. Se c’è una persona estranea nei dintorni, è facile che il quadrupede si senta minacciato. Se rivede il proprio padrone dopo settimane, è più facile che sia eccitato.

Una volta attestata la motivazione che spinge il cane ad abbaiare, è importante sintonizzarsi sul suo tono emotivo. Bisogna seguire ogni sua mossa.

Se è agitato, è consigliabile rassicurarlo facendogli sentire la propria presenza. Semplici mosse come accarezzarlo o giocare con lui potrebbero essere la soluzione.

Un’alternativa, infine, potrebbe essere distrarlo dalla causa di agitazione. Tramite un oggetto che fa rumore o un oggetto a lui familiare, il cane può tranquillizzarsi in un baleno.

Proprio come nel rapporto con i bambini, è necessario stare vicino al proprio cane e farlo sentire protetto e in un ambiente familiare.

Solo in questo modo si potrà arrivare a capire cosa dicono i cani quando abbaiano.

Consigliati per te