Cosa devono scrivere nel contratto proprietario ed inquilino per non avere problemi a fine locazione

Quando finisce il contratto proprietario ed inquilino devono procedere alla riconsegna dell’appartamento e delle chiavi. Cosa devono scrivere nel contratto proprietario ed inquilino per non avere problemi a fine locazione? Senz’altro è sempre bene scrivere un verbale di riconsegna dell’immobile. Il verbale non è obbligatorio, ma gli Esperti di Proiezionidiborsa lo consigliano caldamente.

Sarebbe opportuno redigere un verbale anche al momento della presa in carico dell’immobile, cioè all’inizio della locazione. Infatti è proprio in questo verbale che si possono inserire osservazioni sullo stato dell’immobile o degli impianti. Se le parti del contratto scrivono un verbale anche all’inizio del rapporto alla fine del contratto sarà più semplice individuare le rispettive responsabilità. Infatti se all’inizio del contratto le parti precisano in che condizioni si trova l’immobile alla fine il conduttore dovrà restituirlo in quelle stesse condizioni.

Cosa devono scrivere nel contratto il proprietario e l’inquilino per non avere problemi a fine locazione?

Le condizioni dell’immobile

Possono per esempio scrivere se gli impianti erano tutti funzionanti, se le tende da sole sul balcone salivano e scendevano regolarmente o se alcune erano bloccate. Alla fine della locazione il conduttore non potrà chiedere al proprietario i danni per aver vissuto in un appartamento pieno di danni e di impianti non perfettamente funzionanti. Quindi con un verbale ben fatto si può ridurre il rischio di contenzioso alla fine.

Il confronto tra i due verbali

I due verbali tutelano anche il proprietario. Infatti dal confronto tra il verbale iniziale e quello finale emergeranno gli eventuali danni che l’inquilino possa aver provocato. Anche in questo caso la presenza dei verbali potrà ridurre il contenzioso.

Il contenuto del verbale in dettaglio

Prima di tutto si deve identificare con esattezza l’immobile indicando la via, il numero civico, il piano ed il numero di interno se presente. Fondamentali sono la data precisa di sottoscrizione del contratto e le letture dei contatori delle utenze. La parte più difficile è quella relativa ai danni che l’immobile presenta. È evidente che ognuna delle parti avrà interesse ad ingigantirli od a minimizzarli. Proprio per questo se i rapporti sono tesi si può portare anche un testimone al momento della stesura del verbale, oppure fare delle foto se sono danni visibili.

Consigliati per te