Cosa cambia in zona arancione gialla o bianca secondo le nuove disposizioni di Governo

Con il nuovo stato di emergenza rinnovato fino al 31 marzo, il Governo ha indetto alcune direttive di base per tutti i cittadini che abitano le varie regioni. Ha inoltre continuato ad utilizzare la divisione per colore (arancione, gialla e bianca) a seconda dei contagi. Significa che in base al numero dei contagi e ai numeri delle terapie intensive alcune regioni si trovano ancora in zona gialla. Per il momento non è stata definita alcuna zona arancione. Come riportato nel sito del Governo, le zone bianche sono Basilicata, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria. Tutte le altre sono, ad oggi, gialle.

Ciò che conta è il Green Pass rafforzato

Di base, tra le diverse zone le regole sono rimaste quasi del tutto invariate. Ciò che cambia sono le restrizioni imposte per chi non ha Green Pass, per chi possiede quello base o quello rafforzato. Per Green Pass base si intende vaccino o tampone negativo. Per Green Pass rafforzato due dosi di vaccino o booster. Non è contemplato il tampone negativo, ma solo la guarigione dalla attuale variante Omicron.

Cosa cambia in zona arancione gialla o bianca secondo le nuove disposizioni di Governo

Vediamo, nel dettaglio, cosa cambia in zona arancione gialla o bianca secondo le nuove disposizioni di Governo. Nel caso di accesso ai servizi fuori dai centri commerciali, questo è sempre permesso. Mentre all’interno dei centri commerciali in giorni festivi o prefestivi non è consentito l’accesso a chi si trova in zona arancione. Anche senza Green Pass si potrà ovviamente avere accesso a servizi alla persona, ma solo se si possiedono tre dosi o tampone negativo si potrà avere accesso a strutture sanitarie residenziali o hospice come visitatori. In qualsiasi zona, anche in quelle bianche, sarà impossibile consumare una cena al ristorante, un aperitivo o anche un caffè al banco senza Green Pass rafforzato. Sia al chiuso che all’aperto.

Diverso è per gli sport: chiunque pratichi all’aperto può farlo anche senza certificazione verde. Nelle palestre vige la stessa regola del settore ristorazione. Tutti gli eventi culturali, quindi concerti, mostre, sale cinematografiche o sale teatrali sono accessibili solo con la tripla dose di vaccino. Così come convegni, congressi, eventi sportivi o feste di qualsivoglia genere. Sono vietati gli assembramenti per tutti e la consumazione di cibi o bevande nella sala all’aperto o al chiuso di attività o eventi culturali.

Gli spostamenti sono ammessi con mezzi propri in qualsiasi zona, tranne che in quelle arancioni dove ci si può spostare dal comune di domicilio solo per motivi lavorativi, di salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune. È possibile visionare la tabella che il Governo ha messo a disposizione di tutti i cittadini, con attività ammesse zona per zona. In questa tabella vi sono tutte le attività consentite e non, con relativa spiegazione per ogni voce.

Approfondimento

Come scaricare il Green Pass e averlo sempre a portata di mano direttamente sulla nostra home del telefono

Consigliati per te