Cosa cambia il forte rimbalzo odierno dei mercati dello scenario proiettato?

Dopo il forte ribasso dei giorni scorsi, un movimento di ricopertura ci sta tutto. Ora andiamo a chiarire e studiare cosa cambia il forte rimbalzo odierno dei mercati dello scenario proiettato.

Alle 14,16  del 2 novembre  si leggono i seguenti prezzi sui principali  indici azionari:

Dax Future

11.750

Eurostoxx Future 

3.010

Ftse Mib Future

18.255

S&P 500 

3.269,96 alla chiusura del 30 ottobre

Cosa attendere da ora in poi?

Il frattale annuale proietta un rimbalzo fino a  metà novembre per poi lasciare spazio ad un ribasso di almeno 3/4 mesi

In blu il grafico delle Borse mondiali fino alla chiusura del 30  ottobre.

In rosso la nostra previsione annuale per il 2020

blank

Sarà così? Settimana scorsa sui time frame settimanali per tutti gli indici azionari analizzati in questa sezione e in alcuni casi sui time frame mensili (tranne che per Wall Street) si sono formati swing ribassisti rilevanti.

Cosa cambia il forte rimbalzo odierno dei mercati dello scenario proiettato?

Ora andiamo a  definire la mappa dei prezzi con la quale mantenere il polso della situazione ed effettuare operazioni di trading con più probabilità a favore:

Dax Future

Il ribasso in atto verrà invertito soltanto dalla chiusura del 6 novembre superiore a 12.566. Nuove vendite solo con chiusura giornaliera del 3 novembre inferiore a 11.498.  Chiudere  gli short per il momento.

Eurostoxx Future

Il ribasso in atto verrà invertito soltanto dalla chiusura del 6 novembre superiore a 3.180.  Nuove vendite solo con chiusura giornaliera del 3 novembre inferiore a 2.939.  Chiudere  gli short per il momento.

Ftse Mib Future

Il ribasso in atto verrà invertito soltanto dalla chiusura del 6 novembre superiore a 19.145.  Nuove vendite solo con chiusura giornaliera del 3 novembre inferiore a 17.750. Chiudere  gli short per il momento.

S&P 500

Il ribasso in atto verrà invertito soltanto dalla chiusura del 6 novembre superiore a 3.441,42. Rimbalzo in atto  e chiudere gli short  solo con chiusura giornaliera del 2 novembre superiore a 3.305.

Il rimbalzo odierno quindi non ha “ancora  stravolto” lo scenario e solo chiusure del 6 novembre superiori ai livelli indicati potrebbero far ritornare nuovi acquisti duraturi. Fino a quel momento le possibilità di nuovi ribassi “potrebbero essere all’ordine del giorno”.

Si procederà per step.

Consigliati per te