Cosa attendere da questa tornata di trimestrali delle società a Wall Street?

Stagione di trimestrali su entrambe le sponde dell’oceano. Infatti i grandi nomi di Wall Street, così come le big di Piazza Affari, stanno snocciolando i risultati degli ultimi mesi. Non solo, come consuetudine arriva anche la carrellata dei vari outlook. Un elemento che mai come adesso assume un valore estremamente denso di significati. L’earning season statunitense ha già confermato le previsioni più ottimistiche. Anzi, ad essere precisi, già dall’inizio si era capito, con i primi report, che la maggioranza dei risultati sarebbe stata positiva.

Un entusiasmo che non sempre, però, si è riflettuto anche sull’andamento dei titoli. In altre parole sono stati pochi i rally che si sono visti in parallelo alla pubblicazione delle trimestrali. Un andamento che si può motivare prima di tutto con le incertezze della variante Delta, in seconda battuta, anche da una FED che, ormai è noto, si prepara per un possibile tapering. Il tutto proprio mentre il mercato a stelle e strisce presenta indici che da tempo flirtano con i massimi storici. Cosa attendere da questa tornata di trimestrali delle società a Wall Street? Guardando i singoli nomi, a parte i giganti del settore bancario che già hanno archiviato conti record, le ultime notizie fanno puntare i fari su Pfizer (stime in rialzo per il 2021) e McDonald’s (vendite tornate ai livelli precedenti la pandemia).

Cosa attendere da questa tornata di trimestrali delle società a Wall Street?

Ma le vere star, come spesso accade, restano loro, le big tech, le stesse sulle quali già Barclays, all’inizio della stagione, si aspettava sorprese positiva. Ecco allora che Apple, Microsoft e Google (o per meglio dire, Alphabet) portano a casa ancora una volta utili da record. In particolare per l’azienda di Tim Cook l’asso nella manica è stato il mercato cinese ed il ritorno dell’interesse dei consumatori per l’iPhone. A Google, invece, ha fatto bene un aumento della pubblicità in rete, prima conseguenza del ritorno agli acquisti anche in negozio.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te