Conviene investire nella holding della famiglia Agnelli?

Nel giorno in cui è circolata la notizia della possibile fusione FCA-Peugeot, ci chiediamo se conviene investire nella holding della famiglia Agnelli guardando ai fondamentali e all’analisi grafica, . Quella EXOR che rappresenta la cassaforte della famiglia e che da un po’ di tempo ha spostato il suo quartier generale ad Amsterdam,

Dal punto di vista della valutazione, delle prospettive di crescita, della situazione finanziaria e della politica dei dividendi, EXOR non è messa benissimo. Tuttavia, come vedremo in seguito, le raccomandazioni su EXOR degli analisti sono buone e presentano interessanti margini di apprezzamento.

Per leggere gli articoli precedenti su EXOR e altri approfondimenti clicca qui.

Il giudizio degli analisti su EXOR

Gli analisti hanno un buon giudizio su EXOR. Il consenso medio, infatti, è OUTPERFORM con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del titolo del 14,6%. Nello scenario più ottimistico la sottovalutazione è del 30% circa, mentre nello scenario più pessimistico del 3% circa. Secondo gli analisti, quindi, conviene investire sul titolo EXOR.

Consenso medio OUTPERFORM
Numero di analisti 6
Prezzo obiettivo medio 71,26  €
Ultimo prezzo di chiusura 62,16  €
Spread / Prezzo obiettivo massimo 28,7%
Spread / Prezzo obiettivo medio 14,6%
Spread / Prezzo obiettivo minimo 2,96%

I punti di forza di EXOR

  • Il capitale proprio è uno dei più interessanti sul mercato per quanto riguarda la valutazione reddituale multibase.
  • Negli ultimi mesi, le revisioni dell’EPS sono rimaste piuttosto promettenti. Gli analisti prevedono ora livelli di redditività più elevati rispetto al passato.
  • Negli ultimi dodici mesi, gli analisti hanno rivisto gradualmente al rialzo le loro previsioni di EPS per il prossimo esercizio finanziario.
  • Gli analisti hanno un’opinione positiva su questo titolo. Il consenso medio raccomanda la sovraponderazione o l’acquisto del titolo.

I punti di debolezza di EXOR

  • Le stime di vendita per i prossimi esercizi fiscali variano da un analista all’altro. Ciò evidenzia chiaramente una mancanza di visibilità sull’attività futura dell’azienda.
  • I bilanci hanno ripetutamente deluso gli azionisti. Il più delle volte erano al di sotto delle aspettative.
  • L’azienda paga agli azionisti dividendi esigui o nulli. Per questo motivo, non si tratta di una società di rendimento.

Analisi grafica e previsionale

EXOR (EXO) ha chiuso la seduta di contrattazioni del 29 ottobre a quota 62,16€ in ribasso dell’1,24% rispetto alla seduta precedente.

La proiezione in corso sul titolo, time frame giornaliero, è rialzista, ma sta incontrando una forte opposizione in area 62,694€ lungo il cammino che porta verso il I° obiettivo di prezzo in area 65,8€. Alla rottura in chiusura di giornata di questo livello si aprirebbero le porte verso il II° obiettivo di prezzo in area 73,96€.

Chiusure giornaliere inferiori a quota 60,768€ farebbero invertire la tendenza in corso al ribasso.

EXOR punta al rialzo

EXOR: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.