Contributi INPS sospesi, ecco cosa bisogna sapere

In questo articolo “Contributi INPS sospesi, ecco come si riprende il 16 settembre”, vi mostriamo le ultime novità sulla ripresa dei versamenti delle imposte.

Il Decreto Legge numero 104/2020 di agosto ha apportato alcune modifiche in termini di pagamenti. È  stato stabilito che i contributi INPS sospesi a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus andranno in pagamento a partire da questo mese. La prima data utile è il 16 settembre.

Chiarimenti a riguardo si trovano nel messaggio numero 2871 del 20 luglio 2020 dell’INPS. Nello specifico, la disposizione dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale ha illustrato tutte le istruzioni operative, riferite alle diverse gestioni previdenziali, per i versamenti contributivi sospesi.

Si può pagare a rate?

Sì, si può pagare  in unica soluzione o mediante rateizzazione, divisa in quattro rate. Artigiani e commercianti dovranno  inviare un’apposita comunicazione, necessaria per dichiarare il possesso dei requisiti per il rinvio dell’intera somma dei versamenti ed evitare, così, sanzioni. Tramite questa comunicazione, infatti, sarà possibile improntare il sistema di rateizzazione. Al riguardo, l’INPS sottolinea che l’importo minimo di ciascuna rata non può essere inferiore a € 50,00. Il versamento delle rate successive alla prima dovrà essere eseguito entro il giorno 16 del mese successivo.

Nell’istanza dovrà essere indicato il codice fiscale dell’impresa per la quale sussiste l’obbligo di iscrizione alla gestione e per la quale dovrà essere verificata la sussistenza dei requisiti per poter fruire della sospensione contributiva (diminuzione del fatturato o dei corrispettivi).

La domanda di rateizzazione è rivolta a:

  • datori di lavoro privati;
  • lavoratori autonomi (artigiani e commercianti);
  • lavoratori iscritti alla Gestione Separata (committenti).

A tal fine si rende noto che è disponibile nel sito internet dell’Istituto il format da inoltrare, reperibile al seguente percorso: “Prestazioni e servizi” > “Tutti i servizi” > “Rateazione Contributi sospesi emergenza epidemiologica COVID-19”.

La comunicazione deve essere inviata solo per chi sceglie in sistema rateizzato?

No, la presentazione della domanda per la sospensione dei contributi non sarà necessaria solo per chi intende pagare a rate, ma anche per artigiani e commercianti che intendono effettuare il versamento delle somme sospese in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020.

Se “Contributi INPS sospesi, ecco come si riprende il 16 settembre”  vi è stato utile, leggete anche “L’INPS potrà pagare le pensioni in futuro?

 

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.