Contrasterebbe dolori articolari anche in menopausa e altri disturbi infiammatori questa spezia naturale da inserire nella dieta

Superare una certa età porta spesso con sé una serie di conseguenze tangibili sul nostro corpo. Dovremmo allora ascoltare gli esperti. Questi ci raccomandano di mantenere il corpo e la mente attiva e di provare a includere con maggiore attenzione alcuni alimenti e ingredienti nel nostro menù. Ad esempio, secondo vari studi questo ingrediente avrebbe effetti notevoli sull’incidenza del colesterolo alto e della pressione arteriosa.

Per le donne, poi, superare una certa età significa l’affacciarsi della menopausa. Così, oltre a ridurre il consumo di grassi di origine animale e garantire una costante idratazione, dovremmo provare ad assorbire ingredienti ricchi di questi fitoestrogeni naturali. Questi, infatti, potrebbero migliorare il sonno, oltre a ridurre effetti sgradevoli quali le vampate di calore e la secchezza vaginale. Con la menopausa ed in generale in età avanzata, si affacciano infine dolori di natura articolare.

Così, oggi ci occupiamo di una spezia che sembra avere effetti benefici sul nostro corpo. Il dolore articolare sembra diminuire grazie alla curcumina, una sostanza di cui è particolarmente ricca la curcuma e che le dona il tipico colore giallo intenso. Una spezia che potrebbe così essere considerata un antidolorifico naturale.

Gli studi effettuati

Secondo gli esperti di ARTOI (Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate) la curcuma dimostra ormai da anni e secondo molti studi una serie di proprietà benefiche rilevanti. I maggiori benefici si registrano per gli effetti antiinfiammatori, antiossidanti e neuroprotettivi. Inoltre, degli studi iniziati nel 2019 starebbero dimostrando effetti positivi anche sul diabete mellito di tipo II. Sembra l’ideale, dunque, in certi casi, perché contrasterebbe i dolori articolari anche in menopausa e le problematiche diffuse con l’età.

Secondo alcuni test, i benefici sarebbero associati all’assunzione di circa 1 grammo di estratto di curcumina al giorno, anche se questa indicazione deve ancora essere considerata su studi diretti a popolazione più amplia. Sono poi in corso anche approfondimenti per potenziali interferenze in ambito oncologico. Per tutti questi motivi, si sono registrate anche contese giudiziarie. Infatti, alcune case farmaceutiche hanno provato ad ottenere l’esclusiva sull’utilizzo dei benefici di questa spezia. Fino ad ora, comunque, queste cause si sono concluse con la non brevettabilità dei benefici della curcuma.

Contrasterebbe dolori articolari anche in menopausa e altri disturbi infiammatori questa spezia naturale da inserire nella dieta

Oltre agli effetti antinfiammatori ed antiossidanti già citati, la curcuma ha anche dei benefici riguardanti le proprietà nutrizionali. La curcuma, infatti, apporterebbe anche vitamine del gruppo B. Queste aiuterebbero il metabolismo, oltre al sistema nervoso. Inoltre, apporterebbe al corpo calcio e fosforo, utili per la salute delle ossa e dei denti.

Ricordiamoci comunque di consultare un esperto se dovessimo cambiare radicalmente le nostre abitudini alimentari.

Lettura consigliata

Contro digestione lenta dolori addominali e alito pesante potremmo provare non solo bicarbonato e limone ma questa incredibile spezia da sgranocchiare

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te