Continuiamo a mangiare questi cibi insieme, ma in realtà si tratta di accoppiamenti sbagliatissimi

Ci sono dei piatti che sono degli evergreen. Cascasse il mondo, per determinate occasioni speciali o in certe stagioni dell’anno, fanno sempre la loro comparsa sulle nostre tavole.

Pomodoro e mozzarella, vitello tonnato, macedonia con gelato…

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Sono dei veri e propri ‘must’, e come tali, noi continuiamo a mangiare questi cibi insieme, ma in realtà si tratta di accoppiamenti sbagliatissimi!

Le associazioni alimentari

Ogni alimento, preso singolarmente, possiede determinate caratteristiche nutrizionali. Se si è a dieta, o semplicemente si vuole giustamente seguire un regime alimentare sano, occorre prestare ancor più attenzione agli abbinamenti. Un alimento apparentemente insospettabile, infatti, se cucinato o associato ad un altro, può diventare un nemico della nostra silhouette. Perché viene depotenziato delle sue proprietà o semplicemente perché si innescano problemi digestivi.

Caprese

Prendiamo ad esempio un grande classico della cucina estiva italiana. La freschissima caprese che, è anche tanto bella da vedere per i suoi colori patriottici. Fresca, gustosa e leggera, ahinoi è in realtà assai indigesta. È tutta una questione di chimica. La nostra digestione funziona grazie a determinati succhi gastrici che si attivano, o in ambienti basici o in ambienti acidi. Nel caso della caprese, noi andiamo ad ingerire un alimento acido (il pomodoro) ed uno basico (la mozzarella). Questa unione di elementi non permette ai succhi gastrici di funzionare, e così la digestione rallenta.

Cappuccino

“Cornetto e cappuccino”, ecco un altro emblema dell’italianità. Per lo stesso principio del rapporto acido – basico, non c’è niente di più sbagliato che associare un alimento basico come il latte con il caffè che, invece, è acido.

Alternative

Facendo parte della nostra tradizione gastronomica e culturale, continuiamo a mangiare questi cibi insieme, ma in realtà si tratta di accoppiamenti sbagliatissimi… Può essere davvero difficile rinunciare di punto in bianco a determinate abitudini. Tuttavia, si può cominciare con il diminuire il consumo di questi alimenti in maniera graduale e giocare con le sostituzioni.

A colazione preferire qualche volta il tè al posto del cappuccino, oppure un semplice caffè, se non una vitaminica spremuta.

Per quanto riguarda la caprese, nulla vieta di proporla “scomposta” in due giorni diversi. Il pomodoro crudo è un ottimo contorno per il pesce, mentre la mozzarella – come in genere tutti i formaggi – risulta più digeribile associata a delle verdure cotte.

E per la pizza? Ovviamente è possibile ordinare la pizza preferita nella versione rossa o solo bianca.

Scopriremo di apprezzare di più i sapori e, da subito, ci accorgeremo che la sera non avremo più quel senso di peso sullo stomaco!

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te