Conti correnti a rischio truffe: è allarme

In questo articolo affronteremo un tema attuale e molto delicato. Sempre più italiani denunciano truffe sui loro conti correnti. Vediamo insieme cosa sta succedendo e cosa fare per evitare che ci svuotino il conto. Secondo un recente esposto, sono in aumento sia i furti di credenziali sia le proposte di investimento che si rivelano veri e propri tranelli. Approfondiremo insieme i conti correnti a rischio truffe: è allarme. Negli ultimi mesi le truffe denunciate sono aumentate del 400% rispetto allo stesso periodo del 2019. Prima di procedere, ti consigliamo di leggere la nostra guida sui rischi di pagare con banconote false.

Indice dei contenuti

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Il Phishing

E’ capitato a molti di ricevere un messaggio di posta elettronica, un link sconosciuto su Facebook, o un banner pubblicitario in qualche applicazione. Sembra una notifica ufficiale proveniente da una fonte attendibile, per esempio una banca, ma anche un amico. II messaggio invita a collegarsi ad un sito Web graficamente molto simile a quello originale e a inserire alcune informazioni personali.  E’ fondamentale non compilare mai queste pagine. In questo modo consegneremmo i nostri dati a truffatori che non aspettano altro che svuotare il nostro conto corrente. Conti correnti a rischio truffe: è allarme, ma c’è dell’altro.

Le nuove truffe

L‘Agcom ha riferito che nei mesi di marzo e aprile sono stati registrati oltre 1,2 milioni di nuovi siti legati al Coronavirus. Buona parte di essi è nata con l’obbiettivo di speculare sulle paure delle persone. Circa 86mila di questi portali Internet sono stati considerati ad alto rischio o dannosi. Alcuni di essi vendono prodotti difettosi, se non addirittura inesistenti come vaccini od integratori. Sono in forte crescita anche le truffe legate a criptovalute, blockchain e pagamenti digitali. Molti siti promettono guadagni facili a persone in difficoltà che tendono a cadere facilmente nel tranello. Altri propongono schemi piramidali vietati dalla legge 173/2005, richiedendo un pagamento di un corrispettivo per accedere ad un meccanismo estremamente remunerativo. Invece questo meccanismo è utile solo ai vertici di questa piramide.
Lo staff di Proiezionidiborsa consiglia di verificare sempre l’origine di mail o messaggi. Nessuna banca contatta i propri clienti chiedendo i codici di accesso e solo gli intermediari autorizzati possono proporre investimenti.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te