Conosciuto come il secondo cervello questo organo ha l’ultima parola sulla dieta ideale

Molti non sanno che il nostro intestino è conosciuto come il “secondo cervello” del nostro corpo. Questo perché quello che mangiamo ha effetto sulla nostra mente. L’idea che molte delle nostre emozioni e sentimenti siano legate all’intestino è antica. Più di 2000 anni fa, infatti, i romani descrivevano le emozioni come sentimenti viscerali. Oggi la scienza moderna indica che effettivamente l’intestino può svolgere un ruolo determinante per la nostra salute. Conosciuto quindi come il secondo cervello, questo organo ha l’ultima parola sulla dieta ideale da seguire.

Come funziona il secondo cervello del nostro corpo

L’intestino è ricoperto di cellule nervose, note come neuroni, che trasmettono segnali ad altri neuroni. La ricerca suggerisce che questa rete, nota come sistema nervoso enterico, contiene più di 100 milioni di neuroni. Questa complessa rete di cellule nel nostro intestino è in grado di funzionare indipendentemente dal cervello e dal midollo spinale. Per questo è definito il “secondo cervello” del corpo. L’intestino è molto più di un semplice organo che semplicemente elabora e digerisce il cibo. L’intestino, infatti, comunica con il cervello in diversi modi e svolge un ruolo vitale nel fornirgli sostanze neurochimiche. Per esempio la serotonina che influenza l’umore, tra le altre funzioni.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Oltre al flusso sanguigno, un lungo fascio di fibre nervose (il nervo vago) si estende dal cervello all’addome. Circa l’80% delle fibre nervose che compongono il nervo vago inviano segnali dall’intestino al cervello (mentre solo il 20% viaggia al contrario). Questo evidenzia quanto il cervello riceva informazioni dal nostro intestino. Queste informazioni provengono dai microbi intestinali che rispondono a una varietà di influenze esterne che vanno dalla dieta allo stress.

Conosciuto come il secondo cervello questo organo ha l’ultima parola sulla dieta ideale

Le nostre diete, quindi, possono svolgere un ruolo importantissimo nel determinare come affrontiamo lo stress quotidiano, i traumi della vita e gli sbalzi di umore. Ted Dinan, professore emerito di psichiatria presso la University College Cork, sottolinea che sia gli studi sull’uomo sia quelli sugli animali hanno stabilito legami tra una cattiva alimentazione e una cattiva salute mentale. Uno dei motivi per cui la dieta è importante è perché l’intestino agisce come un gigantesco organo di fermentazione. I microbi al suo interno distruggono alcune fibre producendo varie sostanze, alcune delle quali sono state collegate a risultati positivi per la salute.

Una buona dieta, quindi, gioca un ruolo importante nel mantenere l’intestino, e quindi il cervello, in buona salute e non solo. Chi segue una dieta sana ed equilibrata ha più possibilità di una vita serena e felice.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te