Conferme di target ribassisti sullo S&P 500 dalla velocità statistica e da Magic Box

L’analisi e la proiezione  descritta in questo articolo è soggetta ad un controllo e a monitoraggio ai vari step temporali e di prezzo.

Il concetto di velocità, desunta dalla fisica, è molto semplice: la distanza percorsa in un determinato arco di tempo.

Di qui, in analisi tecnica, concetti come momentum e rate of change.

La velocità statistica altro non è che la velocità media solitamente realizzata da uno strumento finanziario in determinate circostanze.

Ad esempio, qual’ è le velocità media nelle fasi iniziali di ribasso di lungo termine di un indice, come lo S & P 500?

Possiamo rappresentare questa velocità come un segmento che unisce il massimo ed il minimo della fase iniziale in precedenti mercati ribassisti dell’indice, ad esempio nei primi otto mesi dal massimo.

Applicando questo metodo all’indice S & P 500 su grafico a barre mensili a partire dal massimo del 2007, e tracciando quindi il segmento che va sino al minimo di giugno 2008, possiamo notare come approssimi bene anche il trend ribassista originatosi sul massimo del settembre 2000.

Siamo quindi probabilmente in presenza di una velocità di decrescita statisticamente significativa e tale da poter essere usata per effettuare proiezioni sul futuro andamento dei corsi.

Applicando, quindi, tale velocità di decrescita, cioè una retta che contenga lo stesso segmento, a partire dal massimo di agosto 2017, otteniamo un probabile percorso dei prezzi, significativo anche per proiettare il probabile, futuro andamento, del pattern su cui si fonda il metodo magic box.

La futura evoluzione dei corsi, come proiettabile con questo metodo, consente, quindi, di comprendere anche la probabile proiezione effettuabile con magic box, e che ovviamente richiederà alcune conferme, in particolare la violazione del minimo di novembre 2016.

L’aspetto forse più interessante di tutto questo discorso è che con tali proiezioni, fondate sulla probabile, futura evoluzione di magic box, otteniamo dei target ribassisti e temporali, del tutto sovrapponibili a quelli già formulati con l’analisi ciclica e con l’utilizzo di trend lines di lungo termine, associate al metodo ciclico.

Abbiamo infatti la proiezione di un probabile minimo di lungo a luglio 2020, medesimo setup temporale previsto dell’analisi ciclica di lungo.

I target dei prezzi sono prossimi a quelli già definiti in precedenti analisi con il metodo A B C D E ed usando trend lines di lungo.

In particolare:

1684

1276

902.

Non solo.

Proprio la proiezione della velocità ci consente di sapere quale target sarà più probabile.

Come?

Semplicemente andando ad intersecare la retta, desunta da quanto sopra abbiamo visto, con il mese di luglio 2020.

Ebbene, otteniamo 1220, un valore di poco inferiore al secondo target ribassista previsto.

 

 

!!!Acquista in straordinaria offerta gli Ebooks di Gian Piero Turletti!!!

Cosa pensa chi ha acquistato gli Ebooks di Turletti?

Secondo me con i metodi di Gian Piero Turletti si può avere sia una visione anticipata di quello che poi capiterà sui mercati, sia segnali trend following, di conferma, desunti dai metodi stessi.
Cimatti Mario Marco

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te